Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

5 esibizioni del Coro Aleksandrov che rimarranno nella storia

© Sputnik . Viktor Tolochko / Vai alla galleria fotograficaUn'esibizione del coro Aleksandrov
Un'esibizione del coro Aleksandrov - Sputnik Italia
Seguici su
Nello schianto del TU-154 a Sochi hanno perso la vita 64 musicisti dell'ensemble dell'esercito russo "Aleksandrov" . In ricordo della loro arte, che resta immortale, abbiamo raccolto le cinque esibizioni rimaste nella storia di quello che una volta, e per molti spettatori italiani tutt'ora era conosciuto come il "Coro dell' Armata Rossa".

1 Kalinka a Berlino
La storia dell' "Aleksandrov" nacque nell'agosto del 1948 nella Berlino ancora ferita dalla guerra, dove i musicisti e ballerini sovietici si esibirono davanti ad una folla di 30 mila persone, con un concerto durato ben 3 ore. 


2 Un regalo per il Papa

Gli "Aleksandrovzy" — come venivano chiamati i membri del coro — si esibirono anche in Vaticano davanti a Papa Woytila in occasione del 26° anniversario del suo pontificato. Per il Pontefice, che ebbe modo di conoscere il coro in occasione di una tourneè nella Polonia socialista negli anni 70', vennero suonate Kalinka, Smuglyanka ed "i berretti rossi a Montecassino", dedicata ai soldati polacchi che combatterono nella Seconda Guerra Mondiale.

Il Papa commento così l'esibizione del coro:

"Oggi questa musica, queste canzoni, hanno dispiegato davanti a noi l'anima aperta della Russia ed il carattere generoso di questo popolo" 

3 Alla conquista dell'America

Per tutto il secolo scorso il collettivo girò tutto il mondo, deliziando migliaia di platee con il proprio talento. Soltanto un paese, gli Usa, non accolse il coro, i cui concerti in terra yankee vennerro annullati all'ultimo momento per ben due volte: la prima a causa dell'inizio della Guerra e nel dopoguerra per il veto di Truman, che voleva imporre agli Aleksandrovzy di esibirsi in borghese, cosa che ovviamente non venne accolta di buon grado dalla direzione del coro. Il "tabù" venne infranto l'11 settembre del 2011, quando a dieci anni dalla strage delle Torri Gemelle, il coro russo intonò "God Bless America" a New York, in segno di solidarietà con il popolo americani.

4 In Eurovisione

Nel 2009 il coro dell'esercito russo si esibì sul palcoscenico dell'Eurovisione insieme al gruppo russo delle TATU.

5 Armata Rossa… Remix

Negli ultimi il coro Aleksandrov divenne ancora più popolare in tutto il mondo per i remake di grandi successi pop, come Skyfall di Adele, colonna sonora di 007. Questa svolta "pop" era stata decisa in prima persona da Anton Gubankov, direttore del dipartimento di cultura del Ministero della Difesa russo, anch'egli a bordo del Tu-154 schiantatosi nel mar Nero. 

"Le canzoni pop sono il risultato di una discussione con i miei colleghi sulle strategie per raggiungere il nostro scopo comune di divulgare l'importanza e l'autorità dell'esercito e del servizio militare. Secondo me oltre all'adempimento onesto e attivo dei propri doveri ogni membro del nostro deve portare alla causa comune anche una buona dose di creatività"

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала