Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Bloomberg: economisti prevedono rapida fine delle sanzioni contro la Russia

© Sputnik . Alexander KryazhevIl cibo fa parte, con il petrolio e le altre materie prime, delle sanzioni appena prolungate
Il cibo fa parte, con il petrolio e le altre materie prime,  delle sanzioni appena prolungate - Sputnik Italia
Seguici su
L'Unione Europea ha esteso le sanzioni contro la Russia per altri sei mesi, ma questo, forse, è successo l'ultima volta, scrive il magazine Bloomberg

L'efficacia di queste misure, così come il rafforzamento di posizioni filorusse in Europa, sarà senza precedenti e costituirà un banco di prova per l'unità europea, si legge nell'articolo del giornale. In particolare, per l'allentamento delle sanzioni e per il rafforzamento delle relazioni con Mosca, preme il candidato Presidente della Francia, l'ex primo ministro François Fillon.

"A questo si aggiunge il flirt del Presidente Donald Trump con Putin, in generale la posizione di USA e UE sembra inaffidabile" scrive l'autore dell'articolo. "Man mano che il tempo passa, e la situazione in Ucraina orientale non cambia, diventa sempre più difficile estendere le sanzioni contro la Russia" ha detto a Bloomberg Paul Ivan, analista politico presso il Centro di politica europea a Bruxelles. "È difficile dire quale sarà la situazione tra sei mesi, perché noi ancora non sappiamo molto della nuova amministrazione presidenziale USA".

Bloomberg ha anche condotto un sondaggio tra gli economisti, la maggior parte di loro, il 55%, ha prognosticato un allentamento delle misure restrittive americane contro la Russia nel prossimo anno. In un sondaggio di ottobre a simili previsioni aderivano solo il 10% di loro. Come sottolinea il giornale, questi cambiamenti radicali nella politica americana sono associati all'inaspettata vittoria di Trump. Molti analisti sono certi che se Washington allenterà le sanzioni, l'Unione Europea seguirà l'esempio. Il 40% degli economisti intervistati da Bloomberg aspetta che venga mitigato il regime contro la Russia da parte dell'Unione Europea nei prossimi 12 mesi.

"Se gli USA indeboliranno le sanzioni, i Paesi dell'UE non otterranno consenso necessario per portare avanti la modalità di sanzioni nella loro forma attuale" ha detto a Bloomberg Charles Muvit, economista di IHS.

In caso di revoca delle misure restrittive, per l'economia russa è attesa una crescita equivalente a 0,2 punti percentuali del PIL nel prossimo anno e 0,5 punti percentuali del PIL nel 2018, secondo le stime degli economisti.

Gli USA e l'Unione Europea hanno imposto sanzioni contro la Russia nella primavera del 2014, per la crisi ucraina. Da allora, le hanno più volte prorogate. La Russia ha adottato misure di risposta con un embargo alimentare, limitando le importazioni di merci provenienti dai Paesi che aderiscono alle sanzioni. 

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала