Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Mosca accusa, liberazione di oltre 80mila abitanti di Aleppo non era in piani Occidente

© Sputnik . Michael Alaeddin / Vai alla galleria fotograficaMilitari siriani ad Aleppo
Militari siriani ad Aleppo - Sputnik Italia
Seguici su
La liberazione di più di 80mila abitanti della città siriana di Aleppo non rientrava nei piani dei Paesi occidentali ed ha portato ad appelli per introdurre sanzioni, ha dichiarato il rappresentante ufficiale del ministero della Difesa russo, il generale Igor Konashenkov.

Questa dichiarazione è stata rilasciata in risposta alle parole dei rappresentanti del Dipartimento di Stato e dei dicasteri delle diplomazie britanniche e francesi in merito alle presunte "innumerevoli perdite" tra i civili durante l'operazione delle truppe governative siriane ad Aleppo, così come agli appelli di alcuni deputati del Bundestag di introdurre sanzioni contro la Russia per quello che sta accadendo nella città siriana.

"Per molti anni i siriani venivano usati come "scudi umani" ad Aleppo dai terroristi di tutti i gruppi ribelli. Proprio loro erano difesi dai politici occidentali. Ma ora è nota la liberazione di più di 80mila abitanti di Aleppo che erano ostaggi dei terroristi. Questo non rientrava nei piani dei ministeri degli Esteri britannico e francese, del Dipartimento di Stato statunitense e del Bundestag. Questo ha portato a lanciare appelli per nuove sanzioni. Tutto questo avviene sullo sfondo delle difficoltà della coalizione occidentale nella battaglia per liberare dal Daesh la città irachena di Mosul," — ha detto Konashenkov.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала