Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

“Milizie sciite irachene libereranno Mosul e aiuteranno Assad a riprendersi la Siria”

© AP Photo / Khalid MohammedSostenitori di Muqtada al-Sadr a Baghdad
Sostenitori di Muqtada al-Sadr a Baghdad - Sputnik Italia
Seguici su
La coalizione irachena sciita delle “forze di mobilitazione popolare” sta portando avanti un'offensiva di successo ad ovest di Mosul, dove si trova la roccaforte principale dello "Stato Islamico", scrive il Times.

Allo stesso tempo, secondo il giornale britannico, molti leader delle milizie sciite affermano che dopo la liberazione della città dai jihadisti sunniti, marceranno verso la Siria per aiutare il presidente Bashar Assad a riprendere il controllo del Paese.

Secondo il Times, le milizie sciite irachene impegnate nella battaglia per liberare Mosul dopo averla ripulita dai jihadisti sunniti si metteranno in marcia verso la Siria. Fanno sapere che aiuteranno il presidente Bashar Assad a riprendere il controllo del suo Paese.

La coalizione delle "forze di mobilitazione popolare", molti gruppi dei quali supportati dall'Iran, avanza con successo ad ovest della principale roccaforte del Daesh.

Le forze di volontari sciiti stanno cercando di tagliare le linee di approvvigionamento del Daesh e di chiudere qualsiasi via di fuga per i terroristi.

Al momento molti dei leader della coalizione sostengono allo stesso modo che il loro obiettivo principale è combattere a fianco "del regime siriano".

Secondo quanto riferito dal comandante del gruppo "Al-Badr" Hadi al-Amiri, ha ricevuto un invito personale da Assad.

Come osserva il giornale, il rafforzamento dei gruppi fedeli a Teheran è stato un effetto significativo dei conflitti in Medio Oriente. L'Iran afferma che l'obiettivo delle milizie è quello di proteggere le moschee sciite dagli attacchi dei jihadisti. Tuttavia i sunniti credono che queste organizzazioni vengano sfruttate per diffondere l'influenza dell'Iran tra la popolazione sciita nella regione. A sua volta Israele teme che gli iraniani usino le milizie sciite per semplificare la consegna delle armi agli alleati libanesi di lunga data del movimento Hezbollah.

Il Times ritiene che "le forze di mobilitazione popolare" daranno manforte alle forze governative, che si battono per Aleppo e combattono su altri fronti contro i ribelli anti-Assad non legati al Daesh.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала