Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Gas: Polonia e Ucraina insieme per non perdere i soldi di Mosca, ma senza successo

© Sputnik . Igor Zarembo / Vai alla galleria fotograficaNord stream 2
Nord stream 2 - Sputnik Italia
Seguici su
Nonostante i tentativi della Polonia di bloccare il progetto infrastrutturale "Nord Stream 2" e le veementi proteste dell'Ucraina, in Europa si cercano soluzioni elusive per finanziare la costruzione del gasdotto, scrive Der Standard.

L'authority antitrust della Polonia non ha permesso alla società austriaca OMV e ad altre 4 compagnie energetiche di fondare una joint venture con "Gazprom", ma in Austria è stata trovata una soluzione, si legge nell'articolo. Molti analisti concordano sul fatto che la OMV ed eventualmente la Shell, Wintershall, Uniper ed Engie possano finanziare le infrastrutture di "Nord Stream 2" con i fondi presi a prestito.

"In questo modo è possibile assicurare i 10 miliardi di euro di finanziamento necessari per il progetto," — si afferma nell'articolo.

Tuttavia se la Russia riuscirà a trasportare il gas tramite il nuovo gasdotto già nel 2019, sarà una vera sorpresa, scrive Der Standard.

Allo stesso tempo Kiev e Varsavia non si arrendono: venerdì nel corso di una conferenza a Vienna, i rappresentanti della Polonia e dell'Ucraina hanno ribadito le loro preoccupazioni sull'entrata in funzione del nuovo gasdotto, che accrescerebbe "di molto" l'influenza della Russia in Europa.

In precedenza il Parlamento ucraino aveva chiesto ai Paesi dell'Unione Europea, alla Commissione Europea e all'Europarlamento di non autorizzare la costruzione di gasdotti di transito che avrebbero bypassato l'Ucraina.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала