Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Presidente della Repubblica Ceca può organizzare incontro tra Trump e Putin

Seguici su
Il presidente ceco Miloš Zeman ha invitato Donald Trump a recarsi in visita nel suo Paese, dopodichè l'ex ambasciatore di Praga negli Stati Uniti e in Russia Petr Kolář ha paventato la possibilità che proprio nella capitale ceca si possa svolgere in campo neutro il primo faccia a faccia tra Putin e il nuovo presidente statunitense Trump.

Zeman potrebbe essere il mediatore tra la Russia e gli Stati Uniti, ritiene l'ex senatore e vice ministro della Giustizia della Repubblica Ceca e politologo Jiří Vyvadil.

"Se Miloš Zeman riuscisse ad organizzare l'incontro tra Vladimir Putin e Donald Trump a Praga sarebbe semplicemente una cosa fantastica! Non credo che l'idea sia irrealizzabile. La figura di Zeman come intermediario nei rapporti tra Russia e Stati Uniti è accettabile per una serie di motivi.

A Mosca giudicano positivamente il presidente della Repubblica Ceca, apprezzando il fatto che il capo di Stato ceco mantiene un atteggiamento cauto verso la Russia. Lo ha spesso dimostrato, in particolare quando ha accettato l'invito ed è giunta alle celebrazioni del 70° anniversario della Vittoria sul nazifascismo a Mosca", — ha detto a Sputnik Vyvadil.

Ha osservato che la vita di Trump è legata con la Repubblica Ceca e questo può svolgere inoltre un ruolo positivo.

"La prima moglie di Trump è l'ex modella ceca Ivana Trump e la loro figlia Ivanka ha partecipato attivamente alla campagna elettorale del padre. La Repubblica Ceca non è un Paese estraneo al nuovo presidente americano," — ritiene Vyvadil.

"Tuttavia nell'establishment ceco in questi giorni regna la delusione e su Trump permane un atteggiamento negativo. E' considerato un populista, ma è una valutazione molto superficiale", — ha rilevato Vyvadil.

Secondo lui, l'elezione del Trump può cambiare radicalmente l'equilibrio esistente delle forze sulla scena mondiale.

"Penso che vedremo una nuova era nelle relazioni internazionali. Tra le altre cose potrebbe segnare un riscaldamento sull'asse Mosca-Washington. Il presidente Vladimir Putin e il presidente americano Trump riusciranno ad accordarsi pacificamente su tutto: dalla politica in Medio Oriente all'Europa. Sono sicuro che Trump vuole stabilire buone relazioni con la Russia. In realtà lo ha coraggiosamente e ripetutamente affermato durante la sua campagna elettorale. "Coraggiosamente" perché la Clinton usava il nome "Putin" come una bomba.

Credo che una delle priorità se non il primo passo del nuovo presidente degli Stati Uniti sarà la normalizzazione ed eventualmente la creazione di relazioni amichevoli con la Russia", — ha concluso Vyvadil.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала