Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Wall Street Journal deride Obama: “è stato l'arma segreta di Trump nelle presidenziali”

© REUTERS / Kevin LamarqueU.S. President Barack Obama meets with President-elect Donald Trump (L) to discuss transition plans in the White House Oval Office in Washington, U.S., November 10, 2016
U.S. President Barack Obama meets with President-elect Donald Trump (L) to discuss transition plans in the White House Oval Office in Washington, U.S., November 10, 2016 - Sputnik Italia
Seguici su
Barack Obama è stato "l'arma segreta" di Donald Trump: in gran parte proprio gli errori del presidente uscente hanno portato all'elezione del tycoon, scrive il Wall Street Journal.

"Il presidente neoeletto Donald Trump giovedì ha fatto visita alla Casa Bianca e, secondo valutazioni generali, è stato molto cortese con l'attuale inquilino. E' giusto così, in quanto Mr. Trump deve la sua vittoria ad Obama," — scrive Kimberley Strassel.

Secondo la giornalista, la sconfitta di Hillary Clinton ha lasciato "ferite aperte" nel Partito Democratico ed i suoi leader stanno cercando di capire a chi dare la colpa. Secondo la Strassel, poche persone hanno rilevato che il colpevole è proprio Barack Obama, l'uomo responsabile di uno dei più grandi fallimenti della storia del partito".

I risultati delle elezioni presidenziali sono "un rigetto deciso" delle iniziative dell'amministrazione e della politica di Barack Obama a tutti i livelli in un colpo solo, constata la Strassel.

Secondo la giornalista, la vittoria di Trump è una reazione al governo, che ha colpito le organizzazioni no-profit ed ha lasciato i veterani in lista d'attesa, ha fatto un un sito web poco accurato sulla riforma sanitaria ed ha "lasciato il mondo in fiamme."

La giornalista afferma che la spaccatura nel Partito Democratico si osserva da molto tempo e la recente sfida tra Hillary Clinton e Bernie Sanders alle primarie è solo un esempio.

Però i media, ignorando questa divisione, hanno preferito concentrarsi sulle contraddizioni in gran parte auto-imposte dall'interno nel Partito Repubblicano.

"I Repubblicani sono stati votati come gli anti-Obama. Significa che li hanno votati per fare meglio. Se non se lo dimenticheranno, avranno la loro chance," — riassume la Strassel.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала