Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Per il Guardian “una cattiva notizia” l'arrivo in Siria di un'altra nave militare russa

Seguici su
Il britannico Guardian ha predetto "sviluppi inquietanti" dopo l'invio presso le coste della Siria della fregata russa "Ammiraglio Grigorovich."

Venerdì, secondo i dati del giornale, la fregata è entrata nel Mar Mediterraneo per rafforzare il gruppo guidato dalla portaerei, che il Guardian caratterizza come "dimostrazione enfatica di forze navali."

Il quotidiano osserva che "l'Ammiraglio Grigorovich è dotato dei "formidabili" missili da crociera "Kalibr". Con gli stessi missili potrebbero essere armati 3 sottomarini russi che sono entrati nel Mediterraneo secondo i media britannici. Nell'articolo del Guardian, si ipotizza che questi missili possano essere sfruttati per i raid su Aleppo "nelle prossime ore o giorni."

"L'arrivo dell'Ammiraglio Grigorovich e dei sottomarini dotati di missili da crociera può esacerbare le tensioni della parte orientale di Aleppo già devastata," — scrive il giornale.

Al contrario per il giornale la presenza dell'Ammiraglio Kuznetsov è piuttosto una dimostrazione della forza militare russa.

Se Mosca avesse voluto solamente intensificare i bombardamenti in Siria, avrebbe aumentato il numero di aerei nella base di Hmeymim, scrive il giornale. Lo snodo logistico di Tartus non è progettato per ospitare grandi navi, come ad esempio l'Ammiraglio Kuznetsov.

In precedenza il segretario generale della NATO Jens Stoltenberg ha detto che l'alleanza è preoccupata dal possibile uso delle navi russe nei bombardamenti in Siria. A Mosca, tali dichiarazioni sono state bollate come "vaghe e assurde".

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала