Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

L'Italia trema, dopo la paura a Roma controlli su palazzi storici, chiese e Colosseo

© Sputnik . Alexander VilfRoma
Roma - Sputnik Italia
Seguici su
Numerose ispezioni di edifici storici, tra cui il Quirinale e il Colosseo, così come chiese, vengono in questo momento effettuate dagli esperti a Roma dopo il forte terremoto di magnitudo 6,5 avvenuto in Umbria.

Secondo il Corriere della Sera, a seguito del sisma in una delle chiese più famose di Roma, la Basilica di San Paolo fuori le Mura, sono state notate crepe sulla mura e sul soffitto, inoltre si è sgretolato parte dell'intonaco. Attualmente la chiesa è chiusa per effettuare le verifiche necessarie. In un'altra famosa famosa chiesa, la Basilica di San Lorenzo fuori le Mura, l'intonaco si è parzialmente sbriciolato.

Inoltre dopo il forte terremoto gli esperti controllano il Colosseo, il resto della zona archeologica, così come la Basilica di San Pietro in Vaticano, che nonostante questa situazione rimane aperta ai visitatori e fedeli, e una delle quattro basiliche più importanti di Roma, la Basilica di Santa Maria Maggiore.

Il quotidiano osserva che il sindaco della capitale Virginia Raggi si trova in Campidoglio dove segue la situazione ed è in costante contatto con la Protezione Civile.

Il terremoto di oggi ha generato un'ondata di panico tra i romani, molti dei quali dormivano al momento della scossa. Si discute attivamente nei social network e nelle strade l'ennesimo terremoto che ha colpito l'Italia. "Questo terremoto è stato molto più forte di quello di mercoledì, persino più potente di quello de L'Aquila nel 2009", — il Corriere della Sera riporta le parole di un utente dei social network.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала