Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Mosca denuncia discriminazioni contro minoranze russe per “campagna russofobica americana”

© Sputnik . Maksim Blinov / Vai alla galleria fotograficaLa sede del ministero degli Esteri della Russia
La sede del ministero degli Esteri della Russia - Sputnik Italia
Seguici su
Le autorità di alcuni Paesi, in particolare Ucraina e Paesi Baltici, hanno aumentato la pressione sulla comunità russa, ha dichiarato il viceministro degli Esteri Grigory Karasin in un'intervista con il quotidiano "Izvestia".

"E' ormai chiaro che le autorità di alcuni Paesi ed elementi estremisti hanno aumentato la pressione sui nostri concittadini con il preciso scopo di violare i loro diritti. Nella maggior parte dei Paesi la comunità russa sta attivamente cercando di contrastare queste azioni discriminatorie, offensive e intimidatorie. A volte devono ricorrere tramite la giustizia ordinaria per difendere i loro diritti conformemente alle leggi locali," — ha detto.

Karasin ha osservato che Mosca segue da vicino come vengono osservati i diritti dei connazionali all'estero: la questione viene sollevata, se necessario, nel corso delle consultazioni bilaterali e nelle organizzazioni internazionali.

"I segnali che partono da diversi Paesi indicano che in questo ambito la situazione è difficile. Naturalmente la maggior parte degli Stati è in buoni rapporti con la Russia. Tuttavia la propaganda russofobica avviata da oltreoceano non può fare altro che influenzare l'umore e la vita quotidiana dei russi all'estero", — il diplomatico ha aggiunto.

Secondo Karasin, le situazioni più tese si riscontrano in Ucraina e nei Paesi Baltici.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала