Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Senatori del M5S chiedono spiegazioni al governo sui militari al confine con la Russia

© flickr.com / agenziamiPalazzo Madama, la sede del Senato italiano
Palazzo Madama, la sede del Senato italiano - Sputnik Italia
Seguici su
I senatori del “Movimento 5 Stelle” hanno chiesto ieri sera al Senato che il governo diano urgentemente spiegazioni ufficiali sull'imminente invio di militari italiani nei battaglioni della NATO di stanza in Lettonia vicino ai confini occidentali della Russia.

"Il "Movimento 5 Stelle" ritiene che il ministro della Difesa Roberta Pinotti e il ministro degli Esteri Paolo Gentiloni debbano immediatamente riferire in Parlamento il motivo per cui la decisione è stata presa. Dopo tutto in base alle dichiarazioni dei rappresentanti del governo è sempre stato ribadito che l'Italia dovrebbe svolgere un ruolo di mediazione nella risoluzione delle controversie tra UE, Stati Uniti e Russia," — ha detto in un'intervista con RIA Novosti, uno dei rappresentanti del M5S, l'eurodeputato Fabio Massimo Castaldo.

La decisione sull'invio di 150 tra soldati e ufficiali dell'esercito italiano a ridosso dei confini occidentali della Federazione Russa nei quattro battaglioni della NATO è stata presa al vertice di luglio della Nato a Varsavia.

Il quotidiano torinese La Stampa ha pubblicato un'intervista il 14 ottobre con il segretario generale dell'Alleanza Atlantica Stoltenberg, in cui ha sottolineato che nel 2018 saranno inviate truppe italiane ai confini occidentali della Russia.

"Faranno parte di uno dei quattro battaglioni dell'Alleanza Atlantica di stanza nei Paesi Baltici", — ha detto Stoltenberg, sottolineando l'importanza simbolica di questa fase, che mostra l'unità della Nato.

"Consideriamo inaccettabile il fatto che l'Italia abbia assunto questo impegno, oltretutto l'opinione pubblica del Paese non è stata adeguatamente informata di questa decisione. E' molto strano che l'annuncio è stato fatto dal segretario generale della NATO e non dai ministri responsabili di queste cose nel Parlamento nazionale," — ha sottolineato Castaldo.

"Non vogliamo decisioni in linea con la logica delle continue provocazioni. Non vogliamo che questo gioco a mostrare i muscoli accentui le tensioni in Europa e nel mondo. Sosteniamo che tutte le questioni relative alla Russia si risolvano attorno ad un tavolo. A differenza del presidente degli Stati Uniti Barack Obama, crediamo che la Russia non sia una potenza regionale, ma una vera e propria forza mondiale, un nostro partner per garantire la sicurezza strategica ed energetica", — ha detto l'eurodeputato a RIA Novosti.

Castaldo ha sottolineato che i ministri della Difesa e degli Esteri del Paese dovrebbe fornire spiegazioni esaustive al Parlamento nazionale sul come e sul perché si è deciso di inviare i soldati italiani vicino ai confini russi.

"Su questo argomento a nessuno può essere consentito di violare la sovranità dell'Italia," — ha detto il rappresentante del M5S.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала