Berlino, Parigi, Roma e Madrid esortano ad investire sulla difesa autonoma dell’Ue

Seguici suTelegram
I ministri della Difesa di Germania, Francia, Italia e Spagna hanno inviato una lettera ai loro colleghi degli altri paesi membri europei invitandoli ad investire sulle opportunità di difesa autonoma dell’Ue. Lo riporta oggi la versione elettronica della rivista Politico.

"Essi non adducono argomenti a sostegno dell'esercito Ue, ma sull'espansione generale delle capacità militari al fine di garantire che l'Ue possa far fronte alle esigenze d'intervento che sono al di fuori dell'ambito della NATO. Lista comprende: maggiori capacità operative, funzionalità avanzate e un'industria della difesa efficiente, ossia il rafforzamento della base industriale e tecnologica della difesa europea" si legge in un comunicato.

Il capo della diplomazia europea Federica Mogherini ha promesso di presentare entro la fine di novembre delle proposte per rafforzare la componente militare della politica europea di sicurezza e di difesa, oltre a migliorare l'interazione tra le strutture civili e militari europee nel quadro della realizzazione delle missioni e delle operazioni dell'Ue. In questo momento sono attive 17 diverse operazioni e missioni civili e militare nell'ambito della politica europea di sicurezza e difesa.

Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала