Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

WSJ: il prezzo del petrolio ha raggiunto il massimo annuale grazie a Putin

© AP Photo / Nabil al-JouraniProduzione petrolio
Produzione petrolio - Sputnik Italia
Seguici su
Questo fa ben sperare che la legge della domanda e dell'offerta di petrolio nel mondo sia finalmente arrivata ad un equilibrio.

Il prezzo del petrolio ha raggiunto il massimo annuale dopo che Vladimir Putin ha dichiarato che la Russia ha intenzione di sostenere la decisione dell'OPEC per limitare il volume di estrazione, scrive il Wall Street Journal.

Questo fa ben sperare che la legge della domanda e dell'offerta di petrolio nel mondo sia finalmente arrivata ad un equilibrio, si legge nell'articolo.

Il petrolio americano, alla borsa di New York, ha raggiunto i 51,35 dollari al barile. È il prezzo più alto al momento della chiusura delle borse dal luglio 2015.

Il prezzo di novembre del petrolio Brent nei mercati della borsa ICE ha raggiunto i 53,14 dollari al barile.

Come osserva il WSJ, le dichiarazioni del Presidente russo facevano respirare ottimismo ai membri del mercato del petrolio, contando sul fatto che Mosca "coordinerà i rubinetti" insieme all'OPEC.

"Il mercato, probabilmente, pensa che la Russia sia pronta ora a sostenere l'accordo OPEC, perché i prezzi bassi del petrolio sono nocivi alla sua economia" ha commentato Andy Lipau, presidente della società di consulenza Lipow Oil Associates.

Il Ministro dell'Energia dell'Arabia Saudita Khalid al-Falih lunedì ha detto che è ottimista per l'aumento dei prezzi che possono raggiungere i 60 dollari a barile, perché non sembra più qualcosa di impensabile.

Non tutti gli analisti, tuttavia, ritengono che la Russia sia pronta o che l'OPEC riuscirà a realizzare un tale accordo.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала