Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Putin in Turchia: un evento strategico

© Sputnik . Alexei Druzhinin / Vai alla galleria fotograficaPresidente russo Vladimir Putin e presidente turco Recep Tayyip Erdogan
Presidente russo Vladimir Putin e presidente turco Recep Tayyip Erdogan - Sputnik Italia
Seguici su
Il contributo che l'America potrebbe dare è prendere coscienza degli errori commessi nella regione mediorientale e aderire alla risoluzione del conflitto.

Il presidente russo Vladimir Putin farà la sua prima visita in Turchia dopo la normalizzazione dei rapporti seguita alla tensione tra i due Paesi, dopo l'incidente del caccia abbattuto. Il 10 ottobre Putin incontrerà il Presidente turco Recep Tayyip Erdogan e terrà anche un discorso al congresso mondiale dell'energia, che si terrà a Istanbul.

I principali temi di discussione di Putin ed Erdogan saranno gli eventi in Medio Oriente, soprattutto in Siria. Nel corso della riunione, i leader discuteranno le relazioni bilaterali e  i progetti di cooperazione nel settore energetico, la costruzione del gasdotto Turkish Stream.

Il deputato del Partito Giustizia e Sviluppo e copresidente del forum russo turco Ahmet Berat Çonkar ha commentato questo evento strategico a Sputnik Turchia.

"L'arrivo di Putin in Turchia dopo la crisi dei rapporti tra i due Paesi è un evento molto importante. Attualmente è in atto un processo di creazione di alleanze e decisioni comuni per l'equilibrio delle forze. La situazione umanitaria in Siria è diventata insopportabile. Dobbiamo porre fine agli scontri, agli spargimenti di sangue e alla distruzione. Io, come rappresentante della controparte turca, credo che noi, insieme alla Russia, dobbiamo raggiungere un'opinione comune su questo tema".

Ministro degli Esteri turco Mevlut Cavlusoglu. - Sputnik Italia
La Turchia è pronta a cooperare con la Russia per il cessate il fuoco in Siria
Ha aggiunto il deputato che la Turchia ha già dimostrato con la sua operazione, di attribuire grande importanza alla lotta contro il Daesh. "Spero che questo dimostri, ancor di più, alla Russia, quanto la Turchia sia coinvolta nella problematica siriana e interessata ad un equilibrio delle forze, per supportare il processo di transizione politica. Quello che accade in Medio Oriente influisce direttamente su ciò che accade sia in Russia e che in Turchia. Da questo punto di vista, credo che la visita del presidente Russo Vladimir Putin sia un ulteriore motivo di unione nella lotta dei due Paesi contro il terrorismo", ha detto il deputato.

"A causa degli errori commessi dagli USA in Medio Oriente c'è l'instabilità che oggi è sotto i nostri occhi. Per la strategia americana in politica estera è venuta a mancare una direzione di intenti nel conflitto siriano. Stiamo assistendo alle conseguenze di tale mancanza di strategia in Iraq, in Siria, in Libia e nello Yemen".

"L'America non ha potuto contribuire alla soluzione del problema. Da questo punto di vista i passi che la Turchia e la Russia faranno, basandosi su una strategia unitaria, per superare la crisi siriana potrebbero spingere l'America ad agire in nome della garanzia di stabilità nella regione. Ma credo che un ruolo determinante lo giochino la Turchia, l'Iran e la Russia. Il contributo che l'America potrebbe dare è prendere coscienza degli errori commessi nella regione mediorientale e aderire alla risoluzione del conflitto".

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала