Putin incontrerà Erdogan il 10 ottobre

© AP Photo / Alexander ZemlianichenkoVladimir Putin e Recep Tayyip Erdogan
Vladimir Putin e Recep Tayyip Erdogan - Sputnik Italia
Seguici suTelegram
Il processo di costruzione e di interazione tra la Russia e la Turchia ha un' importanza strategica fondamentale per la fine del conflitto siriano.

Il presidente della Federazione russa Vladimir Putin il 10 ottobre si recherà in Turchia, dove sarà presente al congresso mondiale dell'energia ed incontrerà il Presidente della Turchia Recep Tayyip Erdogan. Questo incontro nelle attuali difficili condizioni nella regione è di grande valore. Il processo di costruzione e di interazione tra la Russia e la Turchia si riflette positivamente sulla regione nel suo complesso ed ha un'importanza strategica, ha dichiarato a Sputnik Turchia Süleyman Şensoy, politologo e presidente del Centro di studi strategici Turco-asiatici.

Nel corso della riunione si discuteranno questioni come il conflitto in Siria, il Turkish Stream, la centrale nucleare Akkuju, ma anche questioni di cooperazione bilaterale nel settore del turismo e del commercio.

"Sono convinto che un accordo sulla Siria, che può essere raggiunto tra Mosca e Ankara nel corso delle prossime riunioni, sarà determinante per il futuro di quel Paese. Naturalmente, l'Iran deve partecipare a questo processo. Inoltre, è necessario convincere l'Occidente dell'inutilità dei piani che sta cercando di attuare in Medio Oriente.

È noto che l'Occidente sia interessato a mantenere nella regione una crisi controllata, poiché la ritiene necessaria per influenzare e, in qualche modo anche di gestire, quello che accade per favorire i suoi interessi. Tuttavia, è un grosso errore.

Russia, Turchia e Iran sono i giocatori chiave, i loro sforzi comuni possono svolgere un ruolo determinante nel processo di normalizzazione della situazione in Siria. Attualmente stiamo vedendo come l'Occidente sta cercando in ogni modo di ostacolare il processo di normalizzazione. I Paesi occidentali stanno cercando di salvare la Siria con un presunto caos controllato.

E solo Mosca, con Ankara e Teheran, sarà in grado di impedire lo svolgimento dei piani dell'Occidente, e giocare un ruolo determinante nella risoluzione del problema siriano".

Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала