Siria, Kerry: i russi sono stati più furbi di me

© AP Photo / Christophe EnaJohn Kerry
John Kerry - Sputnik Italia
Seguici suTelegram
Il Segretario di stato americano John Kerry ha dichiarato che nella questione siriana i russi sono stati più furbi di lui. Lo riporta il New York Times.

La pubblicazione afferma che il 22 settembre, dopo la scadenza dei termini del cessate il fuoco tra truppe governativi e ribelli in Siria, è avvenuto un incontro tra Kerry e alcuni rappresentanti delle organizzazioni umanitarie siriane. Alla riunione avrebbero partecipato anche i diplomatici di due o tre stati.

Il NYT scrive che Kerry si è lamentato svariate volte della sua posizione nelle questione siriana. «La sua delusione e il disaccordo con la Casa Bianca non è certo un segreto, ma nella registrazione (realizzata nell'ambito dell'incontro sopra citato, ndr) Kerry reclama apertamente che i russi sono stati più furbi di lui, esprime il disaccordo con le decisioni di Obama e ha sottolineato che il Congresso non avrebbe mai accettato l'uso della forza.»

«Stiamo cercando risolvere la faccenda in chiave diplomatica, ed è increscioso. Nessuno più deluso di quanto lo siamo noi» ha osservato Kerry.

Kerry ha inoltre suggerito che nelle elezioni in Siria dovrebbe essere coinvolto l'attuale presidente Bashar al-Assad, nonostante la posizione ufficiale di Obama non preveda lo sviluppo in questa direzione: la Casa Bianca insiste sulle dimissioni del leader siriano.

Kerry ha riconosciuto che gli Usa non hanno alcun fondamento giuridico per attaccare il governo di Assad.

 

Il portavoce del Dipartimento di stato John Kirby si è rifiutato di rilasciare commenti sulla questione, spiegando che quell'incontro era di natura privata.

Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала