Mosca accusa la NATO: ha perso il controllo sugli armamenti in Europa

© Sputnik . Valeriy Melnikov / Vai alla galleria fotograficaSergey Ryabkov
Sergey Ryabkov - Sputnik Italia
Seguici suTelegram
La NATO non ha preso misure concrete per preservare e modernizzare il regime per il controllo degli armamenti convenzionali in Europa, nonostante le decisioni prese nei vertici dell'Alleanza Atlantica in Galles e a Varsavia, ha dichiarato oggi il vice ministro degli Esteri russo Sergey Ryabkov.

"Nelle dichiarazioni dei vertici della NATO a Varsavia e in Galles i membri dell'Alleanza riaffermavano il loro impegno nella "conservazione, rafforzamento e modernizzazione del controllo degli armamenti convenzionali in Europa". Tuttavia non sono stati intrapresi passi concreti da parte della NATO in questa direzione nei 2 anni che sono trascorsi da quando si è svolto il vertice in Galles," — ha detto Ryabkov nel suo intervento alla Camera pubblica.

Ha chiarito che alla fine del 2014 "il lavoro per il controllo degli armamenti convenzionali in Europa nell'Alleanza Atlantica, secondo le nostre informazioni, era complessivamente vicino al completamento."

"Tuttavia per motivazioni politiche la NATO non ha deciso di trasmettere questi sviluppi ai Paesi al di fuori dell'Alleanza, compresa la Federazione Russa, dal momento che si sono posti di normalizzare la crisi in Ucraina," — ha detto Ryabkov.

Secondo il diplomatico, in questo modo è stato effettivamente sospeso il lavoro per avviare i negoziati su un nuovo accordo.

Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала