I russi rivelano le proprie paure

© Sputnik . Alexander KryazhevIl cibo fa parte, con il petrolio e le altre materie prime, delle sanzioni appena prolungate
Il cibo fa parte, con il petrolio e le altre materie prime,  delle sanzioni appena prolungate - Sputnik Italia
Seguici suTelegram
Come in precedenza la maggior parte dei russi teme le tensioni geopolitiche internazionali e la svalutazione dei risparmi, emerge dai risultati di un sondaggio del Centro panrusso di ricerche dell'opinione pubblica (VTsIOM).

Secondo i dati pubblicati, ad agosto il 20% dei russi si dichiara preoccupato dai potenziali conflitti tra i vari Paesi; questo dato è rimasto praticamente invariato rispetto all'ultima rilevazione. Al contrario il numero degli intervistati che teme l'aumento dei prezzi dei beni di consumo e la svalutazione dei risparmi è diminuito del 7% in 2 mesi: dal 21% al 14%.

"Certamente un rapporto simile tra la valutazione molto negativa del contesto internazionale a fronte di una diminuzione delle "paure interne" non poteva non riflettersi nelle preferenze elettorali dei russi, molti dei quali hanno votato alle scorse elezioni della Duma per "Russia Unita "ed i suoi candidati," — ha commentato Stepan Lvov, direttore di controllo e ricerche elettorali del VTsIOM.

Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала