New York Times accusa la Russia di “uso aggressivo” della libertà di stampa americana

© Sputnik . Evgeny Biyatov / Vai alla galleria fotograficaRussia Today
Russia Today - Sputnik Italia
Seguici suTelegram
L'editorialista del New York Times Jim Rutenberg ha attribuito alla Russia il desiderio di "sfruttare aggressivamente la libertà di stampa" degli Stati Uniti per influenzare la politica americana.

Esempi evidenti di questa "aggressione" sono la cooperazione con RT America dei volti noti della tv statunitense Larry King ed Ed Schultz.

"Il fatto che due ben noti volti della tv americana abbiano firmato senza remore il contratto con un network che è finanziato dalla Russia con l'obiettivo di promuovere apertamente la propria posizione nel mondo è emblematico del relativismo estremamente cinico dei media del nostro Paese", — sostiene il giornalista.

Tuttavia, secondo Rutenberg, Schultz e King "ricoprono il ruolo di fantino del cavallo di Troia russo." La loro comparsa sul canale televisivo RT serve a dare un'immagine di "un canale di notizie aperto e trasparente", scrive citando l'ex ambasciatore americano in Russia Michael McFaul.

Sia King che Schultz, rispondendo a Rutenberg, hanno sottolineato che la direzione di RT non ha mai messo dei paletti su cosa dire e non dire e non ha mai tagliato i loro interventi.

Ma Rutenberg non è rimasto soddisfatto dalle loro rassicurazioni. La cosa più importante, secondo il giornalista, non è che RT sia un canale di notizie propagandistico, ma che è un media "putiniano".

"Sembra che Larry King ed Ed Schultz lo siano anche loro, in base alle loro dichiarazioni," — conclude l'editorialista del NYT.

Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала