Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

200 testate atomiche di Israele contro il nucleare pacifico dell'Iran

© FotoIl virus informatico Stuxnet: il triangolo USA-Israele-Iran
Il virus informatico Stuxnet: il triangolo USA-Israele-Iran - Sputnik Italia
Seguici su
Israele dispone di 200 testate nucleari. Emerge dalla corrispondenza mail rivelata dell'ex segretario di Stato americano Colin Powell; il contenuto di 16 mail è stato pubblicato dall'Indipendent.

"In ogni caso gli iraniani non riusciranno ad avere la propria bomba atomica. A Teheran sanno che Israele ha 200 testate nucleari tutte puntate contro l'Iran, mentre noi ne abbiamo migliaia. Come ha detto Mahmoud Ahmadinejad (presidente dell'Iran dal 2005 al 2013, ndr), "Che ci dobbiamo fare? Lucidarle?", — Powell ha scritto in una mail.

A metà luglio del 2015 Teheran e i "sei" di mediatori internazionali (Stati Uniti, Russia, Cina, Gran Bretagna, Francia, Germania) hanno raggiunto un accordo sul programma nucleare di Teheran. L'Iran si è impegnata a trasformare l'impianto di Fordow in un centro tecnologico e ricostruire il reattore di Arak. Il combustibile esaurito dovrà essere portato all'estero. Ciononostante Israele si è opposta con forza a questo accordo.

Tel Aviv non ammette e non smentisce di avere un arsenale nucleare.

Sabbah Zanganeh, commentatore politico iraniano ed esperto di Medio Oriente, membro della Commissione Difesa del Parlamento della prima legislatura ed ex consigliere del ministero degli Esteri, in un'intervista con l'edizione persiana di Sputnik ha osservato che il possesso di armi nucleari da parte di Israele tiene alta la tensione nella regione.

"E' parte della politica dei doppi standard degli Stati Uniti. Gli americani sono ben consapevoli che il programma nucleare iraniano ha una natura esclusivamente pacifica e non costituisce alcun tipo di minaccia per qualsiasi popolo e qualsiasi Paese. Gli Stati Uniti sanno anche che l'Iran è contraria alle armi nucleari sia da un punto di vista umanitario e morale, e soprattutto per la sua fede religiosa. L'Iran non accetterà mai nessun tipo di armi di distruzione di massa.

Allo stesso tempo il regime israeliano, che gode del sostegno incondizionato degli Stati Uniti, costantemente minaccia i Paesi della regione, provocando conflitti militari e fomentando le guerre contro l'Egitto, la Siria, il Libano, la Palestina e la Giordania. Continua a minacciare altri Paesi, tra cui l'Iran. Minacciandoci, Israele mostra al mondo la natura del suo regime: una politica di terrore e minacce per i popoli della regione, dal momento che a sua disposizione ha potenti armi nucleari di distruzione di massa. Il diritto internazionale respinge e condanna qualsiasi regime che si basa sulle minacce, realizzando il programma per la costruzione di un arsenale nucleare o preparando il suo potenziale di combattimento. Questo regime deve assumersi la piena responsabilità ed essere punito per le sue azioni davanti la comunità internazionale.

Questa situazione non può essere tollerata qualsiasi Paese della regione. Per il loro sostegno assoluto alla politica di minacce e terrore, per il supporto tecnico-militare e finanziario gli Stati Uniti sono di fatto complici e devono assumersi completamente la responsabilità."

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала