Il Cremlino risponde alla retorica sprezzante di Obama sulla Russia

© AFP 2022 / MARTIN BUREAUBarack Obama
Barack Obama - Sputnik Italia
Seguici suTelegram
La retorica elettorale del presidente americano Barack Obama nei confronti della Russia si differenzia dal linguaggio diplomatico e non è favorevole all'instaurazione della fiducia reciproca, ha riferito il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov.

"Questa retorica è orientata alla campagna elettorale, ma ovviamente tali dichiarazioni non fanno bene ai tentativi timidi e molto fragili per creare un po' di fiducia reciproca," — ha detto Peskov.

Ha osservato che gli Stati Uniti attivamente usano la "carta russa" nel processo elettorale, ma sarebbe meglio se avvenisse in una prospettiva positiva.

Finora al Cremlino osservano manifestazioni "di rozza russofobia".

In precedenza Obama aveva pesantemente criticato il candidato repubblicano Donald Trump per la sua posizione nei confronti della Russia.

Secondo Obama, Trump è un "adulatore" di Vladimir Putin, mentre i repubblicani dovrebbero schierarsi "contro la Russia e il suo autoritarismo e scegliere la libertà e la democrazia."

La ragione di tali dichiarazioni, fatte durante un comizio a Philadelphia a sostegno del candidato dei Democratici Hillary Clinton, è stata una telefonata di Trump con il canale televisivo internazionale russo RT.

In particolare Trump ha dichiarato di non condividere l'idea che la Russia possa influenzare le presidenziali americane.

Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала