Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Condizioni insoddisfatte, al FMI la Russia voterà no a nuova tranche di prestiti a Kiev

© AP Photo / Itsuo InouyeFondo Monetario Internazionale (FMI)
Fondo Monetario Internazionale (FMI) - Sputnik Italia
Seguici su
La Russia voterà contro lo stanziamento del Fondo Monetario Internazionale della terza tranche di prestiti all'Ucraina, in quanto ritiene che questa decisione non sia conforme con le norme vigenti, ha dichiarato il ministro delle Finanze russo Anton Siluanov in una conferenza stampa presso l'agenzia Rossiya Segodnya.

Il consiglio dei direttori del FMI discuterà la concessione della 3° tranche a Kiev il prossimo 14 settembre.

Siluanov ha sottolineato che la Russia ritiene infondata la tesi del FMI secondo cui Kiev avrebbe soddisfatto tutte le condizioni per ottenere il nuovo pacchetto di prestiti. Inoltre il ministro ha osservato che il programma del FMI dovrebbe tener conto dell'esposizione debitoria dell'Ucraina nei confronti della Russia.

"L'entrata dell'economia e della spesa pubblica nei corrispondenti parametri per far sì che l'Ucraina possa ripagare i creditori ufficiali è esattamente il compito del Fondo Monetario Internazionale. Purtroppo vediamo che questo programma non è stato eseguito," — ha detto.

Secondo Siluanov, il voto della Russia è improbabile che abbia peso, tuttavia ritiene necessario sottolineare le violazioni e gli scostamenti dalle regole.

La Russia invierà anche una lettera al FMI in merito ai negoziati con l'Ucraina sul debito, ha detto il ministro;

ha in aggiunta rilevato che tutti i tentativi di Kiev di negoziare con la parte russa "sono di fatto un falso" e si sono svolti "per lo spettacolo".

La Russia non ha ancora ricevuto una richiesta ufficiale da parte dell'Ucraina per avviare i negoziati sulla ristrutturazione del debito, ma al contrario Kiev ha proposto di accettare le stesse condizioni per i creditori commerciali e di cancellare il 36% del debito attraverso la ristrutturazione, ha detto il ministro.

Siluanov ha annunciato di voler informare il direttore generale del FMI Christine Lagarde.

"Forse il Fondo non dispone di tutte le informazioni, anche se sembra strano, tutta la nostra posizione negoziale è aperta," — ha chiarito il ministro.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала