Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

La Corea del Nord minaccia di distruggere tutte le basi USA nell’Oceano Pacifico

© REUTERS / Damir SagoljCongresso del Partito dei Lavoratori della Corea del Nord
Congresso del Partito dei Lavoratori della Corea del Nord - Sputnik Italia
Seguici su
Il ministero degli Esteri nordcoreano ha dichiarato che la situazione della penisola coreana sta raggiungendo un livello estremamente pericoloso ed esorta gli USA a rinunciare a qualsiasi mossa insensata. Ne parla un comunicato dello stesso dicastero, citato da RIA Novosti.

"La situazione nella penisola coreana sta toccando il livello di massimo pericolo a causa delle costanti manovre degli USA per il posizionamento di armi nucleari dirette contro la Repubblica Popolare Democratica di Corea. Se gli USA… avranno il coraggio di fare mosse insensate allora tutte le basi americane operative nell'Oceano Pacifico, inclusa l'isola di Guam, non eviteranno la distruzione e il reale attacco del nostro esercito", recita il comunicato.

I diplomatici ricordano che in agosto gli USA hanno trasferito diversi bombardieri strategici B-1B e B-2B nella base aerea Andersen sull'isola di Guam, dove si trovano già i B-52H. Questo, per il ministero degli Esteri nordcoreano, è un segnale molto allarmante.

"Gli USA spediscono continuamente nella penisola coreana e nella regione circostante le portaerei nucleari, i sottomarini con armi atomiche e altri armamenti strategici, inoltre ultimamente è stato ufficializzato lo spiagamento del sistema di difesa missilistica THAAD nella Corea del Sud", continua il comunicato, evidenziando che per Pyongyang il trasferimento degli aerei sull'isola di Guam risponde ai "piani degli USA di un attacco atomico preventivo alla Repubblica Popolare Democratica di Corea".

Il ministero rileva che la condotta degli americani non è solo finalizzata ad un attacco nucleare alla Corea del Nord, "ma anche all'esecuzione della subdola strategia di contenimento della Russia e della Cina nella regione Asia-Pacifico e il mantenimento della loro supremazia".

"Noi elimineremo radicalmente il rischio di una guerra nucleare proveniente dagli USA e difenderemo la pace e la sicurezza nella regione e nel mondo intero", sottolinea il comunicato.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала