Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Russia, Comitato Paralimpico fa ricorso in tribunale contro esclusione

© SputnikParalimpiadi di Londra 2012, un duello di scherma
Paralimpiadi di Londra 2012, un duello di scherma - Sputnik Italia
Seguici su
Il Comitato Paralimpico Russo deciderà entro sera in quale tribunale impugnare la decisione sull'esclusione della squadra russa dalle Paralimpiadi di Rio. Dal Comitato Paralimpico Russo fanno sapere che nessuno degli atleti citati nel dossier di McLaren fa parte della squadra per le Paralimpiadi di Rio.

Nella giornata di ieri il Comitato Paralimpico Internazionale ha escluso dai Giochi Paralimpici tutta la squadra russa sulla base del dossier della commissione della WADA guidata da Richard McLaren, secondo cui dal 2012 e al 2015 sarebbero scomparse 35 provette positive al doping di atleti paralimpici. Il presidente del Comitato Paralimpico Russo Vladimir Lukin ha dichiarato che verrà fatto ricorso contro questa decisione.

Il vicepresidente del Comitato Paralimpico Russo Pavel Rozhkov ha detto che non ha ancora deciso in quale tribunale verrà inoltrato il ricorso, se al TAS di Losanna o in un altro ente.

"Dal punto di vista giudiziario, ci auguriamo che tutte le nostre richieste saranno accettate e i nostri atleti paralimpici prenderanno parte alla manifestazione sportiva", — ha detto.

Rozhkov ha riferito che il Comitato Paralimpico Internazionale ha proposto di ridurre i tempi dell'appello a 7 giorni. "Non abbiamo tempo. La nostra situazione è diversa dal CIO, dove c'erano la comprensione e la buona volontà del presidente del CIO Thomas Bach. Il ricorso deve essere fatto entro il 15 agosto," — ha detto.

Allo stesso tempo, secondo Rozhkov, le accuse dirette contro il mondo paralimpico russo non esistono.

"Se si presta attenzione, ci sono casi meno altosonanti tra gli atleti paralimpici rispetto agli altri sportivi della squadra olimpica. Abbiamo presentato i documenti che dimostrano che i nostri atleti hanno fatto i test anti-doping solo all'estero," — ha detto.

Rozhkov ha inoltre aggiunto che, secondo i dati preliminari, tra i 35 atleti citati nel dossier della commissione di McLaren non c'è nessuno che fa parte della squadra paralimpica russa di Rio.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала