Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a
 - Sputnik Italia
La situazione in Afghanistan
Dopo la presa di potere da parte dei talebani il futuro appare incerto per l'Afghanistan. Le forze militari guidate dagli USA si sono ritirate dal paese dopo 20 anni. Mentre alcune nazioni continuano a evacuare i loro cittadini, il paese dell'Asia centrale vive una crisi politica e umanitaria.

Afghanistan, rapiti a Kabul un cittadino statunitense e uno australiano

Seguici su
Sarebbero due professori dell'American University, fermati a un posto di blocco da un gruppo di 5 uomini armati, vestiti con uniformi militari. Il dipartimento di Stato Usa "per privacy" non fornisce informazioni.

Un cittadino statunitense e uno australiano sono stati rapiti oggi in Afghanistan presso l'Università americana di Kabul, sita nell'area occidentale della capitale. Lo riportano i media locali.

I due, che secondo le prime indiscrezioni dovrebbero essere docenti dell'ateneo, sono stati prelevati in un check point improvvisato nei pressi del campus universitario da cinque uomini armati, vestiti con uniformi militari. I professori, di cui non sono state rese note le generalità, si trovavano in un veicolo che è stato fermato al posto di controllo e i due sono stati prelevati con la forza.

Il dipartimento di Stato Usa ha confermato di essere a conoscenza delle notizia riguardante il rapimento, ma ha fatto sapere che "a seguito di motivazioni legate alla privacy, non ci sono altre informazioni da comunicare per il momento".

Presumibilmente, dietro all'evento c'è uno dei tanti gruppi criminali che utilizza la strategia dei rapimenti per arricchirsi, ma non si escludono nemmeno altre piste come quella del terrorismo, sia di matrice talebana sia dell'Isis, che sta cercando di aumentare il proprio peso nel paese asiatico. Al momento nessuno ha rivendicato l'azione.

Di fatto la tecnica usata, quella di travestirsi da soldati, è estremamente diffusa in Afghanistan. Dai casi di attacchi "interni" a basi o contingenti militari ai sequestri di persona, usati come fonte di finanziamento o per esercitare pressione su soggetti o gruppi tribali. Questo ultimo sequestro, peraltro, avviene a circa tre settimane da un'operazione delle forze di sicurezza di Kabul, che avevano liberato un'operatrice umanitaria indiana, tenuta prigioniera dagli inizi di giugno.    

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала