Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Nagorno-Karabakh, Putin: non cerchiamo di monopolizzare la questione

© Sputnik . Iliya Pitalev / Vai alla galleria fotograficaNagorno-Karabakh
Nagorno-Karabakh - Sputnik Italia
Seguici su
"Mi auguro che i nostri sforzi congiunti aiuteranno le parti a raggiungere una soluzione consensuale".

La Russia non ha alcuna intenzione di spingere di lato gli altri mediatori e monopolizzare i lavori sul Nagorno-Karabakh. Lo ha detto il presidente russo Vladimir Putin.

"Spesso sentiamo dire che la Russia sta cercando di monopolizzare il lavoro sul conflitto nel Nagorno Karabakh e di spingere via altri mediatori. Questo è un equivoco. I vertici trilaterali sulla questione del Karabakh, con la partecipazione del presidente russo — ce ne sono stati più di venti — completano perfettamente gli sforzi da parte del gruppo di Minsk dell'Osce, co-presieduto da Russia, Stati Uniti e Francia, per risolvere questo conflitto", ha detto Putin in un'intervista all'agenzia di stampa azera AzerTAc.

La Russia non sta tentando di imporre "soluzioni confezionate" per il conflitto del Nagorno-Karabakh tra Armenia e Azerbaigian. 

"Va sottolineato che i rappresentanti di Stati Uniti e Francia hanno assistito alla parte conclusiva del vertice trilaterale a San Pietroburgo", ha aggiunto il presidente. Secondo Putin, un tale approccio serve come esempio di "come possiamo e dobbiamo lavorare per risolvere i conflitti internazionali". "Mi auguro che i nostri sforzi congiunti aiuteranno le parti a raggiungere una soluzione consensuale. Le parti dovrebbero raggiungere un accordo e trovare soluzioni reciprocamente accettabili in modo indipendente, senza pressioni esterne. Questa è la nostra ferma posizione", ha concluso.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала