“Ufficiali turchi nella NATO restano in silenzio per paura”

© REUTERS / John MacDougall/PoolA Turkish coast guard ship patrols in the Aegean Sea, off the Turkish coast, April 20, 2016. The Bonn is part of a NATO naval presence in the Aegean Sea meant to observe and monitor illegal naval movement between Turkey and Greece
A Turkish coast guard ship patrols in the Aegean Sea, off the Turkish coast, April 20, 2016. The Bonn is part of a NATO naval presence in the Aegean Sea meant to observe and monitor illegal naval movement between Turkey and Greece - Sputnik Italia
Seguici suTelegram
Gli ufficiali della Marina militare turca nella NATO, temendo per la propria sorte, restano in silenzio e cercano di non parlare con nessuno, segnala il quotidiano “Politico” riferendosi ad una fonte nell'Alleanza Atlantica.

"La Turchia è un membro importante della NATO, ma gli ufficiali della Marina turca nella NATO in questi giorni proprio non "parlano". Secondo l'interlocutore del giornale, quando si è preoccupati del proprio futuro, il silenzio può essere una buona tattica. In questo contesto si può vedere in che numero la flotta resta fedele al presidente Erdogan," — si legge nell'articolo.

Nella notte del 16 luglio un gruppo di militari ribelli ha cercato di realizzare un golpe in Turchia.

Durante le indagini dopo il fallimento del colpo di stato, le autorità hanno arrestato circa 10.600 persone, mentre decine di migliaia tra professori universitari e funzionari pubblici sono stati esautorati.

Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала