Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Russia e Turchia verso la riconciliazione?

Seguici su
I ministri dell’Energia di Russia e Turchia discuteranno i progetti più importanti nel settore energetico in un incontro in Russia alla fine di luglio. Lo ha fatto sapere il primo sostituto ministro dello sviluppo economico russo Alexej Likhachev.

Il politologo e docente presso l'università di Ankara Togrul Ismayil ha raccontato a Sputnik che nel periodo di crisi tra la Turchia e la Russia dal punto di vista economico non ci sono stati gravi danni, ma per la soluzione ai problemi politici e giuridici può volerci del tempo. Il politologo ha sottolineato l'esistenza di fattori esterni che influiscono sull'aggiustamento della cooperazione tra i due paesi e che la NATO può manifestare malcontento per lo sviluppo dei contatti bilaterali russo-turchi nel settore dell'energia.

Turkish Stream - Sputnik Italia
La Turchia vuole il Turkish Stream
Ismayil ha indicato il carattere complementare dei sistemi economici della Turchia e della Russia e ha evidenziato che la sostanza di questi collegamenti si è vista ancora di più nel periodo di crisi. Quest'ultima non ha indebolito i legami dei paesi nel settore energetico, in quanto la Russia rimane uno dei maggiori fornitori energetici della Turchia e questa è il principare acquirente del gas russo.

"La Russia sta riesaminando il progetto Turkish Stream dal punto di vista geopolitico, mentre la Turchia mette in evidenza proprio la componente economica, considerando che la sua realizzazione garantisca la sicurezza energetica del paese. Le parti non hanno rinunciato a nessuno dei progetti discussi in passato, incluso il progetto della centrale nucleari di Akkuyu", ha dichiarato il politologo.

Secondo Ismayil, Turchia e Russia arriveranno a questa fase dei rapporti quando i problemi potranno essere risolti grazie alla volontà politica di entrambi i paesi.

"Adesso il principale compito consiste nel rimuovere le sanzioni introdotte durante la crisi e portare gradualmente il giro commerciale tra i due paesi fino a 100 miliardi di dollari, stabilito tra le parti prima dell'incidente aereo del novembre dello scorso anno", ha spiegato.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала