Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Russofobia: colpa dei media?

© Sputnik . Sergey Guneev / Vai alla galleria fotograficaVladimir Putin e Matteo Renzi
Vladimir Putin e Matteo Renzi - Sputnik Italia
Seguici su
Come i mass media possono influenzare il sentimento popolare.

!-- —>!-- —>!-- —>!-- —>

Credo di non essere l'unica a chiederselo, ma il desiderio di capire l'origine della Russofobia da parte degli occidentali è davvero grande. Si tratta di una paura assolutamente ingiustificata, che non trova appoggio in alcun tipo di evidenza scientifica, ma è ben presente in una fetta della popolazione europea, che divide le due grandi superpotenze in buona (l'America) e cattiva (la Russia).

Il distinguere il bene dal male è un'abitudine atavica, basata spesso sull'istinto, ma che al giorno d'oggi va invece ben ragionata tramite l'analisi dei fatti reali, per evitare di venire influenzati da alcuni pennivendoli dell'informazione, che purtroppo nel nostro sfortunato Paese abbondano alla grande.

Come se non fosse già abbastanza sconfortante avere un Governo pessimo, che oltre a non essere stato eletto, sta letteralmente mandando l'Italia alla rovina, politicamente, economicamente, socialmente…  Ma la maggioranza dei nostri giornali e telegiornali si sta inchinando a questo "regime", edulcorando ogni amara pillola renziana come fosse il migliore dei rimedi… insomma, "cornuti e mazziati", ma "per il nostro bene".

Va da sé che, in questa situazione, i giornalisti dotati di onestà intellettuale che hanno il coraggio di raccontare le cose come effettivamente stanno, vengono sistematicamente oscurati. Avete notato come le rassegne stampa delle Tv e televideo di Stato presentino solamente alcuni "giornaletti" nelle grazie del Premier, nascondendo gli altri?

© SputnikRussofobia portami via
Russofobia portami via - Sputnik Italia
Russofobia portami via

Ma il compito della stampa non sarebbe quello di trasmettere fatti e notizie per come avvengono realmente? Se i mass media riportano una visione degli eventi influenzata da una determinata corrente di pensiero, non si rischia di portare l'utenza a farsi un'idea "pilotata" della realtà oggettiva? Certo che sì, soprattutto se Tv e giornali sono allineati e senza contraddittorio.

Ed ecco che così il popolo viene "guidato" a pensare ciò che viene deciso dall'alto, compito ulteriormente agevolato dalla scarsità delle connessioni internet in molte zone del Paese, essendo in teoria il web più libero e meno facilmente controllabile.

Tornando alla questione che dà il titolo al mio articolo, tutto questo livore nei confronti della Russia, mi appare assolutamente ingiustificato e fuorviante, così come gli attacchi rivolti al suo Presidente, Vladimir Putin, che viene volontariamente dipinto come "dittatore", dal momento che non si adegua al sistema Europeo-Americano che mira ad annullare la volontà dei popoli, eliminando la libertà di pensiero e di espressione e soprattutto uniformando le menti al volere e agli interessi di pochi potenti, lobby e massonerie varie.

Personalmente, sono una grande lettrice della stampa online, seguo varie testate giornalistiche ed è proprio grazie all'informazione libera che ho potuto conoscere meglio e di conseguenza amare la Russia. E questa ammirazione cresce ogni giorno di più dal momento che vedo il  popolo russo contento e fiducioso nei confronti del proprio leader, che prima dei suoi interessi personali, pensa a quelli del Paese.

E se questo è un "dittatore"… magari avercelo anche in Italia! Sicuramente le cose funzionerebbero molto meglio…

Sono però convinta che internet stia inesorabilmente rompendo il muro antidemocratico, e la libera diffusione delle idee e delle esperienze dirette avrà sempre maggiore spazio, così da contrastare quella stampa occidentale che non perde occasione per mettere Putin sotto gogna mediatica, offuscandone l'immagine agli occhi dei più.

E vorrei portare anche un esempio concreto, uno dei tanti in realtà, ma quello a cui partecipo attivamente assieme a tante altre persone, il gruppo di ragazze nato dalla fan page Putin Mania, che abbiamo chiamato, in modo forse provocatorio ma sicuramente efficace,  #PutinGirls, a sostegno di un leader forte e risolutivo, ammirato non solo nel suo Paese, ma anche in molti altri Stati.

Ecco, nel nostro piccolo, questo è ciò che cerchiamo di fare, trasmettere anche nel nostro Paese un po' di amore per la Russia, semplicemente mostrando la realtà per quello che è, lasciando a chi legge la possibilità di crearsi un'idea propria… e l'aumento di likes e adesioni dimostra che spesso ci azzecchiamo.

L'opinione dell'autore può non coincidere con la posizione della redazione.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала