Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Stratfor: USA faranno concessioni alla Russia nel nuovo accordo sulla Siria

© AP Photo / Alexander Kots/Komsomolskaya Pravda via APLa bandiera siriana
La bandiera siriana - Sputnik Italia
Seguici su
Gli Stati Uniti sono costretti a fare una serie di concessioni alla Russia nella loro proposta relativa al nuovo accordo di cooperazione militare in Siria, ha riferito la società di ricerche strategiche americana “Stratfor”.

Giovedì scorso il "Washington Post" ha riferito che il presidente degli Stati Uniti Barack Obama ha offerto alla Russia di chiudere un nuovo accordo di cooperazione militare nella lotta contro il terrorismo in Siria. Da parte sua l'amministrazione americana ha promesso di coordinarsi meglio con le forze aeree russe per una lotta più efficace contro i terroristi di Al-Nusra che operano nel territorio siriano contro le forze del presidente Bashar Assad. In cambio l'amministrazione Obama vuole che la Russia convinca il governo di Assad a fermare i bombardamenti contro i ribelli sostenuti dagli Stati Uniti.

"L'offerta avanzata il 27 giugno è un tentativo di Washington per cambiare la situazione in corso in Siria ed evitare un'ulteriore escalation. La proposta prevede alcune concessioni alla Russia. La prima è quella di collaborare attivamente con i militari russi, compresi lo scambio e la comunicazione degli obiettivi. Mosca da tempo chiedeva questa misura, per porre fine all'isolamento della Russia e spingere il dialogo con Washington", — scrive "Stratfor".

Il numero uno del Pentagono Ashton Carter si oppone a queste concessioni, temendo un graduale allentamento della pressione che gli Stati Uniti e i suoi alleati esercitano sulla Russia a seguito degli eventi in Ucraina e in altre zone.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала