Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Libia, esplode deposito di armi: 30 morti

© AP Photo / Riccardo De LucaMartin Kobler
Martin Kobler - Sputnik Italia
Seguici su
Esplode un container nel corso degli scontri tra milizie di Misurata e i residenti di Qaraboulli. Kobler: esorto tutti a rispettare Ramadan.

E' di oltre trenta morti il bilancio dopo l'esplosione di un container pieno di armi e munizioni nella città di Qaraboulli, a circa 60 chilometri da Tripoli. Diverse e discordanti, al momento, le due ricostruzioni offerte i queste ore da Sky News e dal Libya Observer. Se infatti per l'emittente britannica il deposito esploso sarebbe stato colpito da un bombardamento delle milizie di Misurata, per il quotidiano libico le cose sono andate diversamente.

Stando alla versione offerta dalla stampa locale infatti, il container sarebbe stato l'obiettivo di alcuni residenti della città, che così avrebbero reagito alle violenze dei combattenti di Misurata contro alcuni commercianti locali, da cui sarebbero scaturiti una serie di scontri culminati proprio con l'assalto al container di armi, nei pressi di una delle basi della milizia fedele al governo unitario che controlla la città.

A Qarabouilli, che all'epoca della crisi libica che portò alla destituzione di Gheddafi si era schierata con il colonnello, non è questo il primo episodio di insofferenza della popolazione locale nei confronti delle milizie di Misurata, che sostengono il governo unitario di Tripoli e che governano la città dalla caduta del regime.

"Sono scosso e rattristato dalla violenza segnalata e dalle vite perse a Qaraboulli — ha scritto sul suo profilo Twitter Martin Kobler — Esorto tutti a dar prova di moderazione — ha concluso l'inviato Onu per la Libia — ed a rispettare la santità del mese santo". 

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала