Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Onu, oltre 65 milioni di rifugiati nel 2015

© REUTERS / Marko DjuricaI profughi in cerca del passaggio in Ungheria
I profughi in cerca del passaggio in Ungheria - Sputnik Italia
Seguici su
L'agenzia delle Nazioni Unite nel giorno dedicato ai rifugiati certifica il forte aumento di persone in fuga da guerre e persecuzioni. Ban Ki Moon. Livelli senza precedenti.

"Oltre 65 milioni di persone in tutto il mondo sono state costrette ad abbandonare le loro case, si tratta di un livello senza precedenti".

Co queste parole il segretario generale delle Nazioni Unite, Ban Ki Moon, ha commentato il dramma che quotidianamente vivono decine di milioni di persone, costrette a fuggire da guerre, carestie e persecuzioni. Dei 65 milioni di persone stimati da Unhcr per il 2015, sono circa 21 milioni i rifugiati, 40 gli sfollati all'interno del proprio Paese e oltre 3 milioni i richiedenti asilo.

Nella Giornata Mondiale per i rifugiati, istituita nel 2001 per celebrare l'approvazione, avvenuta 50 anni fa, da parte dell'Assemblea generale dell'Onu della Convenzione sui profughi. In questa occasione l'agenzia delle Nazioni Unite che si occupa di rifugiati lancerà una petizione per persuadere i governi di tutto il mondo a lavorare in maniera unitaria nella direzione di una maggiore attenzione nei confronti di chi è costretto a vivere la condizione di profugo. 

"Garantire che ogni bambino rifugiato riceva un'istruzione. Garantire che ogni famiglia di rifugiati abbia un posto sicuro in cui vivere. Garantire che ogni rifugiato possa lavorare o imparare nuove competenze per dare un contributo positivo alla comunità".

Questi i messaggi contenuti nella campagna #withrefugees 2016, avviata proprio oggi per iniziare a dare una risposta ad una crisi che nel 2015 ha raggiunto livelli mai visti nel dopoguerra.

"Questa Giornata — ha detto Ban Ki Moon —  il momento per fare il punto dell'impatto devastante di guerre e persecuzioni, ma anche per rendere omaggio alle comunità e agli Stati che ricevono e ospitano i profughi". 

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала