Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Libia, scontri tra milizie fedeli a Tripoli e forze di Haftar nella mezzaluna petrolifera

© REUTERS / Esam Omran Al-FetoriUn uomo armato in Libia
Un uomo armato in Libia - Sputnik Italia
Seguici su
La battaglia è avvenuta nelle scorse ore nell’area del quartiere industriale di Agedabia, città nei pressi della costa libica che ospita diversi terminal di greggio. Gli uomini dell’ex ufficiale di Gheddafi accusano i combattenti locali di aver agevolato la fuga da Bengasi dei jihadisti.

La crisi libica non conosce sosta. Lo scacchiere politico rimane sempre frammentato per via dei conflitti interni al territorio nazionale. Il fronte apertosi nelle ultime ore nella cosiddetta "mezzaluna petrolifera" lo certifica. Scontri tra le forze della Cabina di regia delle operazioni di Ajdabiya, alleate con le brigate di Difesa di Bengasi e fedeli al governo di unità nazionale, e gli uomini del generale Khalifa Haftar si sono verificati nelle scorse ore ad Agedabia: città costiera a metà strada tra Sirte e Bengasi, considerata una delle aree strategiche per la produzione di greggio.

Il bilancio parla di almeno un morto e di alcuni feriti tra le due parti in campo, mentre la battaglia avrebbe preso il via — come riferito dai media locali — presso la sede dell'Osservatorio meteorologico e in alcuni punti a sud della città, che si trovavano fino ad allora sotto il controllo dei combattenti del generale Haftar. Quest'ultimi hanno accusato le truppe locali di voler favorire la fuga dei miliziani del Daesh, cacciati da Bengasi, alla ricerca di un rifugio.

Si tratta, quindi, di un nuovo tassello non allineato nell'intricato scacchiere libico. In quell'area, considerata di vitale importanza per l'economia nazionale grazie alla presenza dei terminal petroliferi, si sta consumando una battaglia di posizione tra le forze dispiegate nei due campi. Lo stato di incertezza è stato alimentato probabilmente anche dalla riconferma di Ibrahim Jadhran, ex leader dei separatisti della Cirenaica, alla guida della Guardia petrolifera nella parte centrale delle Libia, proprio tra Agedabia e Sirte. Mentre un altro comandante, al Ahrash, governa l'intero apparato di difesa del restante territorio inscritto nella mezzaluna petrolifera.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала