Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Come potrebbe essere la guerra tra la Russia e la NATO?

© AP Photo / Mindaugas KulbisI soldati della NATO alla cerimonia dell' apertura delle esercitazioni 'Saber Strike 2015' in Lituania.
I soldati della NATO alla cerimonia dell' apertura delle esercitazioni 'Saber Strike 2015' in Lituania. - Sputnik Italia
Seguici su
L'analista della rivista "The Week" Kyle Mizokami ritiene che uno scontro tra Russia e NATO possa degenerare in una guerra nucleare.

Non molto fa Michael Carpenter, vice assistente del segretario alla Difesa USA per gli affari di Russia, Ucraina ed Eurasia, era intervenuto al Congresso con un discorso in cui sostanzialmente aveva condiviso le conclusioni del Centro strategico di ricerca, secondo cui Mosca avrebbe la possibilità di scatenare una guerra lampo contro la NATO e conquistare in pochi giorni i Paesi Baltici.

Nel rapporto non si parla solo dei vantaggi geografici della Russia che la favoriscono per un'operazione lampo, ma anche dei vantaggi numerici di Mosca: ha 46 battaglioni nella regione, mentre i Paesi Baltici ne hanno solo 11 da opporre, si afferma nell'articolo.

L'autore ricorda che nella teoria di conduzione della guerra la superiorità numerica nella proporzione di 3:1 garantisce probabilità di successo. Al momento per gli Stati Baltici questo rapporto è maggiore di 4:1. Nel caso di una vera e propria minaccia militare, i Paesi della NATO riuscirebbero ad inviare in aiuto massimo 8 battaglioni. Inoltre la NATO prevede di schierare altri 4 battaglioni corazzati e meccanizzati ai confini orientali dell'Alleanza.

Un ulteriore motivo di preoccupazione nel quartier generale della NATO è diventata la grande modernizzazione delle forze armate russe, iniziata nel 2014. Il suo obiettivo è quello di sostituire il 70% dei mezzi sovietici obsoleti entro il 2020. Si prevede inoltre di prestare maggiore attenzione alla formazione professionale dei militari, scrive "The Week".

Riassumendo, Mizokami scrive che la principale minaccia per la NATO non è l'eventuale attacco condotto dalla Russia, ma che il conflitto possa trasformarsi in una guerra nucleare su larga scala.

Se Mosca dovesse iniziare a perdere, potrebbe usare le sue armi nucleari tattiche, portando ad un'ulteriore escalation della guerra.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала