Soft power: Russia nella Top-30 delle diplomazie più influenti

© Sputnik . Vladimir Pesnya / Accedi all'archivio mediaMosca
Mosca - Sputnik Italia
Seguici suTelegram
L’agenzia britannica Portland ha inserito per la prima volta la Russia nella classifica dei trenta paesi più influenti nell’utilizzo del soft power. Seconod Kommersant, la presenza in questo elenco denota la possibilità della Russia di influire sugli altri paesi con i valori civili e non con i soldi o le armi.

Ieri, giorno della pubblicazione ufficiale della classifica, è stato appurato che la Russia occupa la 27esima posizione sullo sfondo dello smorzamento della fase attiva del conflitto nel Donbass, come pure per l'attività di Mosca nell'ambito della lotta contro il Daesh.

Nella classifica dello scorso anno la Russia figurava tra i primi 50.

Capolista per il 2016 sono gli USA che hanno scalzato la Gran Bretagna, numero uno lo scorso anno. Seguono la Germania e il Giappone.

I criteri per la compilazione dell'elenco sono due: oggettivi e soggettivi. Nella parte obiettiva rientrano in particolare quei parametri come la legislazione statale, il clima affaristico, l'istruzione e il coinvolgimento dello stato nella risoluzione dei problemi globali. Gli indicatori soggettivi sono determinati dai dati di un sondaggio pubblico condotto in 25 paesi e relativo al rapporto con la macchina statale, la valutazione della popolarità della produzione nazionale tecnica e di oggetti di lusso, il benessere, la cordialità degli abitanti, la cultura e la politica estera.

Il Kommersant scrive che il risultato della Russia è comprovato dall'ampiezza delle reti diplomatiche estere e dal coinvolgimento nel contrasto delle minacce globali. In base a questo indicatore la Russia si trova al nono posto (capolista la Francia).

Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала