Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Eurodeputato ceco: imporre sanzioni contro l’Ucraina

Seguici su
L’eurodeputato della Repubblica Ceca Jiří Mashtalka (Sinistra unitaria europea/Sinistra verde nordica) ritiene che sarebbe una «soluzione equa» imporre le sanzioni contro l'Ucraina per il mancato adempimento degli accordi di Minsk.

«Se nel mondo ci fosse l'onestà, ci sarebbero le sanzioni (contro l'Ucraina, ndr), e il tribunale internazionale agirebbe per valutare quello che è successo a Odessa e altrove in Ucraina. Ma, purtroppo, la comunità internazionale sta usando due pesi e due misure», ha dichiarato Mashtalka a Sputnik.

«Nel clima di odio verso la Russia, creato dall'UE, è molto improbabile che possa accadere», ha aggiunto.

Secondo l'eurodeputato ceco, per indagare sui possibili casi di detenzione illegale e tortura da parte dei servizi di sicurezza dell'Ucraina, è necessario creare un gruppo di monitoraggio speciale.

Venerdì scorso, il segretario generale delle Nazioni Unite per i diritti umani, Ivan Simonovic, ha affermato che la missione di monitoraggio dei diritti umani delle Nazioni Unite continua a ricevere denunce di tortura, maltrattamenti e detenzione perpetrati dai servizi di sicurezza dell'Ucraina nel Donbass.

Il ministero degli Esteri russo ha osservato che «l'immagine reale delle azioni illegali dei servizi segreti ucraini è sempre più chiara ad ogni rapporto».

Allo stesso tempo, l'intelligence ucraina (SBU) nega torture e maltrattamenti nella zona del Donbass. «I servizi di sicurezza dell'Ucraina rispettano le norme della legislazione ucraina e tutte le convenzioni e gli accordi internazionali sui diritti umani», ha spiegato il portavoce del dicastero ucraino,Elena Gitlyanskaya, a RIA Novosti.

In precedenza è stato riferito che la missione di monitoraggio è stata costretta a terminare anticipatamente il proprio lavoro dopo che i servizi di sicurezza dell'Ucraina hanno vietato la visita alle amministrazioni di Mariupol e Kramatorsk. I loro funzionari erano sospettati di aver torturato i detenuti.

Lo stato di avanzamento della missione di osservazione delle Nazioni Unite sui diritti umani in Ucraina è stato presentato il 3 giugno. Il documento per la prima volta dimostra l'entità del programma di brutalità supportato da Kiev.

 

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала