Migranti, braccio di ferro tra Merkel e Erdogan

© REUTERS / Fabrizio BenschGerman Chancellor Angela Merkel gives a speech during a debate at the Bundestag
German Chancellor Angela Merkel gives a speech during a debate at the Bundestag - Sputnik Italia
Seguici suTelegram
Tensione tra i due leader nel vertice che a Istanbul ha preceduto il primo World Humanitarian Summit organizzato dalle Nazioni Unite: “Erdogan rispetti democrazia o niente visti Ue”.

Angela Merkel ha accusato senza mezzi termini il presidente turco Recep Tayyip Erdogan. In un faccia a faccia durato circa un'ora, a margine del primo World Humanitarian Forum, organizzato dalle Nazioni Unite a Istanbul, la cancelliera tedesca ha ribadito la necessità di portare a termine le riforme richieste dall'Ue per implementare l'accordo con la Turchia sui migranti.

"Un Paese democratico ha bisogno di un sistema giudiziario e di una stampa indipendenti".

Merkel e Erdogan - Sputnik Italia
Merkel, Erdogan e i "valori" europei
Così la Merkel al presidente turco, nel corso di un incontro in cui ha riferito alla stampa di aver detto "chiaramente" ad Erdogan che la Turchia ha bisogno di "un parlamento forte". La cancelliera tedesca, che si è detta preoccupata per la tenuta democratica della Turchia, ha poi ribadito che per lo sblocco dei visti Ue per i cittadini turchi Ankara dovrà prima provvedere ad adempiere a tutte e 72 le "condizioni" sancite dall'accordo siglato a Bruxelles.

Minacciosa la reazione del presidente turco, che ha definito intoccabile la contestata legge antiterrorismo e accusato l'Ue di applicare un doppio standard.

"La Turchia ospita  ha ricordato Erdogan — 3 milioni di rifugiati siriani e iracheni, più di ogni altro Paese, e ha speso oltre 10 miliardi di dollari per l'accoglienza, mentre la comunità internazionale ha investito finora 450 milioni". 

Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала