Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Guerra in Libia, forze di Misurata pronte per avanzare verso Sirte

© AFP 2021 / MAHMUD TURKIAMilitari in Libia
Militari in Libia - Sputnik Italia
Seguici su
Dopo aver conquistato la zona di Abu Ghrein, area a 120 chilometri dalla roccaforte jihadista, le milizie locali fedeli al governo di unità nazionale proseguono la loro marcia. Iniziati i primi bombardamenti contro i presidi del Daesh nel tentativo di tagliare i rifornimenti ai combattenti del Califfato.

Militanti del Daesh - Sputnik Italia
Daesh, crimini contro l'umanità a Sirte
L'hanno ribattezzata "Costruzione stabile". L'operazione partita nei giorni scorsi per condurre l'offensiva agli uomini del Daesh, fin dentro la loro cittadella di Sirte. L'obiettivo per le truppe di Misurata, alleate del governo di unità nazionale di Tripoli, resta sempre l'ex roccaforte di Gheddafi: ora nelle mani dei jihadisti. Le milizie locali stanno preparandosi per l'attacco alla "Porta 60": una zona strategica per gli uomini dell'Is, divenuta il primo vero target da raggiungere per tagliare i rifornimenti ai terroristi, prima di puntare dritto a Sirte.

Un portavoce dell'operazione militare ha confermato — come riportato dal sito d'informazione libico "al Wasat" — che gli aerei ricognitori di Misurata hanno compiuto oggi i primi voli, bombardando anche alcune postazioni del Daesh. Inoltre le truppe della città della città sul Golfo avrebbero occupato un deposito di acqua, a sud della roccaforte jihadista, grazie all'arrivo di un'altra brigata proveniente da al jafra, regione a sud di Sirte.

"Costruzione stabile" è la prima operazione militare promossa e coordinata dal neo governo di unità nazionale, a guida del premier Serraj, nel contrastare gli uomini del Califfato. Una campagna militare che si muove parallelamente a quelle delle truppe del generale Haftar, che controllano la regione della Cirenaica. Di fronte a questi due eserciti, giungono i primi segnali di scricchiolii interni alla roccaforte dell'Is. I miliziani hanno arrestato uno dei leader del gruppo mentre tentava di fuggire dalla città. A riferirlo sempre "al Wasat", specificando che l'arresto sarebbe avvenuto quando il "traditore" stava per uscire dalle zone controllate dal Daesh tramite il villaggio di al Nawafiliya.    

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала