Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

La neutralità di Elisabetta II su Brexit

© REUTERS / Paul HackettLa regina della Gran Bretagna Elisabetta II
La regina della Gran Bretagna Elisabetta II - Sputnik Italia
Seguici su
La sovrana del Regno Unito a Westminster per illustrare il programma legislativo del governo per i prossimi 12 mesi: mantenere un ruolo guida nelle relazioni internazionali.

Londra - Sputnik Italia
Gb, lettera aperta di imprenditori al Telegraph a sostegno della Brexit
Nelle ore in cui l'Independent Standard Press Organisation condanna il quotidiano The Sun per la pubblicazione della notizia, ritenuta "ingannevole", sul presunto appoggio della regina Elisabetta II alla Brexit, inaugurazione dell'anno legislativo a Westminster, dove era molto atteso il Queen's Speech.

Nel suo sessantacinquesimo discorso al parlamento, occasione in cui tradizionalmente la sovrana del Regno Unito espone il programma legislativo del governo, non è mancato un riferimento proprio al referendum del prossimo 23 giugno.

Diversamente da quanto pubblicato alcune settimane fa dal Sun, per cui l'ISPO, l'organo indipendente istituito dopo lo scandalo Tabloidgate per vigilare sul corretto comportamento della stampa britannica, ha sanzionato il giornale con l'obbligo a dare notizia della smentita, la regina Elisabetta II ha mostrato ieri una posizione di totale neutralità.

"Il mio governo terrà un referendum sulla partecipazione all'Unione europea e avanzerà proposte per una Carta britannica dei Diritti umani. I miei ministri riaffermeranno la sovranità del parlamento e priorità della Camera dei Comuni".

La regina si è limitata ad aggiungere che ritiene necessario che il Regno Unito "mantenga il suo ruolo guida" nelle relazioni internazionali. Sul piano del programma di governo illustrato ieri, un ruolo importante è affidato alla riforma del sistema carcerario e ad una serie di provvedimenti contro il fanatismo religioso e politico, ma sull'intero programma di governo regna l'incertezza: se tra un mese dovesse vincere il sì alla Brexit, le leggi annunciate ieri passerebbero in secondo piano, con il governo Cameron che potrebbe giungere anzitempo al capolinea. 

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала