Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Addio a Marco Pannella, il leader dei radicali italiani è morto a 86 anni

Marco Pannella
Marco Pannella - Sputnik Italia
Seguici su
A 86 anni è morto Marco Pannella, storico leader del Partito Radicale italiano, capofila della lotte per liberalizzare l'aborto, il divorzio e le droghe leggere. Combatteva da tempo contro due tumori ed era stato ricoverato ieri per un peggioramento delle sue condizioni.

Il premier Matteo Renzi lo ha ricordato con queste parole:

"Un grande leader politico, il leader radicale che ha segnato la storia di questo paese con battaglie talvolta controverse ma sempre coraggiose e
a viso aperto. Rendo omaggio a nome mio e del governo alla storia di questo combattente e leone della libertà". 

Marco Pannella, o "Giacinto"(suo vero nome), è stato sempre considerato un "combattente" non violento dei diritti civili in Italia. Dopo aver fondato nel 1955 il partito radicale insieme a Mario Pannunzio, Nicolò Carandini e Leone Cattani, ne diventa segretario nel 1963.

Sue le prime battaglie in Italia sul divorzio, prima con l'introduzione nell'ordinamento nazionale di una legge ad hoc nel 1970 e poi, soprattutto, con il successo del referendum quattro anni più tardi per il "no" all'abrogazione della legge sul divorzio. In mezzo alle battaglie per la depenalizzazione delle droghe leggere, al costo di farsi arrestare fumando uno spinello pubblicamente, e contro la partitocrazia e per i diritti degli omosessuali, Pannella viene eletto al Parlamento nel 1976. Alla Camera sarà rieletto altre tre volte oltre a cinque passaggi all'assemblea di Strasburgo.

L'ultima vera grande vittoria politica risale al 1981. Anno in cui condusse un'intensa campagna referendaria contro il tentativo di cancellare la legge sull'aborto, portando più di 20 milioni di cittadini a votare "no".

Negli ultimi anni della sua vita ha continuato le sua battaglie tra scioperi della fame e della seta contro il sovraffollamento delle carceri:

"Sono state la sua determinazione e il suo coraggio a togliere dall'oblio la questione carceraria e le vite dei detenuti", ha ricordato il presidente dell'associazione Antigone, Patrizio Gonnella.

Il nome di Pannella è stato fatto più volte come possibile senatore a vita senza mai essere nominato.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала