Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Francia, Hollande non cede sulla riforma del lavoro: Si farà

© REUTERS / Gonzalo FuentesFrancois Hollande
Francois Hollande - Sputnik Italia
Seguici su
Il presidente francese in un intervento radiofonico dopo le nuove agitazioni e l'annuncio di un'ondata di scioperi da parte delle principali sigle sindacali.

"Non torno indietro, questa legge passerà. Non cederò. Troppi governi hanno ceduto ed è la causa delle condizioni in cui ho trovato il paese nel 2012".

Queste le parole usate dal presidente francese Francois Hollande a proposito della contestatissima riforma del lavoro, che sta bloccando il Paese con manifestazioni di protesta che vanno avanti da oltre un mese. In un'intervista alla radio Europa 1 Hollande ha promesso un taglio delle tasse legato agli effetti che la riforma porterà, sottolineando la necessità di partire dalle imprese, per poi operare una più equa redistribuzione fiscale.

"Mi sembra logico e giusto — ha dichiarato Hollande nel tentativo di recuperare il consenso crollato in queste settimane al minimo storico — che le famiglie possano avere la loro parte di redistribuzione. Se i conti migliorano, se la crescita si conferma — ha promesso il presidente francese — ci sarà un gesto in favore delle famiglie".

Le parole di Hollande arrivano nelle ore in cui le principali sigle sindacali francesi ed il movimento Nuit Debout annunciano una settimana di scioperi. Due le giornate in cui è prevista grande mobilitazione, tra oggi ed giovedì 19 giugno. Oggi sciopera il settore trasporti, da domani aeroporti, energia, servizi pubblici industria chimica e commercio.    

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала