Il capo militare di Hezbollah ucciso in un raid in Siria

© flickr.com / upyernozLa bandiera di Hezbollah
La bandiera di Hezbollah - Sputnik Italia
Seguici suTelegram
Gli sciiti libanesi annunciano la morte di Mustafa Beddrine in un'esplosione nei pressi dell'aeroporto di Damasco. Il comando militare di Hezbollah accusa: ucciso da un raid israeliano.

Fonti siriane hanno in queste ore riferito che gli aerei responsabili del raid in cui ha perso la vita Mustafa Beddrine, capo militare di Hezbollah, sono israeliani. Il dirigente del gruppo sciita libanese sarebbe stato sorpreso, secondo quanto riferito dai media siriani in queste ore, al confine tra Siria e Libano in una zona destinata al passaggio di mezzi per rifornimenti.

Beddrine, erede di Imad Mughnieh al comando delle forze Hezbollah, avrebbe dunque avuto la stessa sorte del suo predecessore, ucciso sempre dagli israeliani a Damasco nel febbraio del 2008.

La notizia dell'uccisione di Mustafa Beddrine è stata confermata dal comando militare di Hezbollah con un comunicato.

"Era uno dei nostri più grandi militanti — si legge nella nota — ha partecipato a molte operazioni compiute dalla resistenza islamica sin dal 1982 ed era uno dei nostri più importanti leader".

Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала