Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Arabia Saudita promette di aumentare "significativamente" la produzione di petrolio

© AP Photo / JOHN MOOREImpianti petroliferi in Arabia Saudita
Impianti petroliferi in Arabia Saudita - Sputnik Italia
Seguici su
Riyadh pianifica di "aumentare significativamente" la produzione di petrolio nel corso dell'anno e intende rafforzare la propria presenza nel mercato globale, ha dichiarato oggi Amin Nasser, direttore generale della compagnia petrolifera statale "Saudi Aramco".

Come affermato oggi in un incontro con i giornalisti dal direttore della società petrolifera statale "Saudi Aramco" Amin Nasser, l'Arabia Saudita, il più grande esportatore di petrolio nel mondo, è pronta ad aumentare la produzione in alcuni giacimenti e rafforzare la propria quota nel mercato globale.

In particolare nel giacimento di Shaib, situato nella parte sud-orientale del Paese, la produzione di petrolio aumenterà di un terzo fino a 1 milione di barili al giorno, riferisce "Bloomberg".

Secondo Nasser, il mercato dell'energia ha molte sfide, anche se "le opportunità di crescita le abbiamo ancora."

A partire dal 2014 Riyadh ha scelto la strategia di preservare le quote nel mercato mondiale del petrolio, rifiutandosi di tagliare i volumi di produzione. Allo stesso tempo l'Arabia Saudita ha iniziato a ridurre la dipendenza dalle esportazioni energetiche.

Nei primi mesi dell'anno si è saputo che diversi Paesi dell'OPEC, tra cui l'Arabia Saudita e la Russia, avevano concordato di congelare la produzione al livello di gennaio. Tuttavia nel vertice di Doha avvenuto a metà aprile non è stato trovato un accordo per controllare la produzione tra i vari Paesi esportatori.

Sabato scorso il re Salman bin Abdul-Aziz Al Saud ha rivoluzionato la composizione del governo: è stato mandato via il ministro del Petrolio Ali Al-Nuaimi e rinominato lo stesso dicastero. Il nuovo ministro dell'Energia, dell'Industria e delle Risorse Minerarie è diventato Khaled Al-Faleh, che in passato aveva ricoperto la presidenza della "Saudi Aramco". "Rimaniamo impegnati a mantenere il nostro ruolo nei mercati energetici internazionali e rafforzare la nostra posizione come il più affidabile fornitore di energia nel mondo", — ha dichiarato nel weekend Al-Faleh.

L'Iran, principale rivale regionale dell'Arabia Saudita, sta aumentando le esportazioni. Secondo l'analista di "Morgan Stanley" Adam Longson, negli ultimi mesi la crescita delle esportazioni dall'Iran ha superato le aspettative. Proprio per questo l'Iran potrebbe accordarsi con gli altri produttori per congelare la produzione, ritiene Longson.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала