Concerto a Palmira dell'orchestra del Teatro Mariinsky con la direzione di Gergiev

© Sputnik . Mikhail Voskresenskiy / Vai alla galleria fotograficaRovine di Palmira
Rovine di Palmira - Sputnik Italia
Seguici suTelegram
L'orchestra sinfonica del Teatro Mariinsky diretta da Valery Gergiev si esibirà questa sera a Palmira, la città siriana liberata dal Daesh lo scorso marzo, riporta l'ufficio stampa del teatro.

L'antica città di Palmira, inserita nella lista del patrimonio culturale mondiale dell'UNESCO, è stata controllata per quasi un anno dai terroristi dello "Stato Islamico" (Daesh), fino al 27 marzo, quando l'esercito siriano supportato dall'Aviazione russa e dalle milizie filo-Assad ha espugnato la città dagli islamisti. Secondo le prime stime, si è conservato l'80% della parte storica di Palmira. I terroristi hanno distrutto l'Arco del Trionfo, i templi di Bel e Baal Shamin, le colonne funerarie e un certo numero di colonne della strada. Sono rimasti danneggiati per mano dei terroristi la cittadella di Salah ad-Din e il Museo Nazionale. Tutto quello che gli esperti siriani del museo non sono riusciti a portare via o è stato rubato o distrutto. Secondo gli storici dell'arte, per ripristinare il sito storico di Palmira ci vorranno fino a 5 anni.

"Il 5 maggio alle 17.00 dell'orario di Mosca (in Italia le 16.00, ndr) l'orchestra sinfonica del Teatro Mariinsky sotto la direzione di Valery Gergiev terrà il concerto "Con una preghiera per Palmira. La musica dà vita alle antiche mura" sul sito del celebre anfiteatro di Palmira," — si legge nel comunicato del teatro russo.

Come riferito dal corrispondente di RIA Novosti a Palmira, le prime due settimane dopo la liberazione della città era pressochè impossibile camminare tranquillamente per le strade. Durante la ritirata, i terroristi hanno minato la città. Ordigni esplosivi improvvisati erano stati collocati sulle vie principali mediamente ogni 50 metri. Per liberare la città da queste trappole mortali gli sminatori siriani sono stati assistiti dagli artificieri russi.

In più di due secoli della sua storia, il Teatro Mariinsky ha regalato al mondo grandi artisti di fama internazionale: qui hanno lavorato Fyodor Chaliapin, Matilda Kshesinskaya, Anna Pavlova, Vaslav Nijinsky, Galina Ulanova, Rudolf Nureyev, Mikhail Baryshnikov, ha iniziato la sua carriera George Balanchine. Nel 1988 è diventato direttore principale del teatro Valery Gergiev. Nel gennaio del 1992 al teatro, che in epoca sovietica era stato chiamato "Kirov", ha ripreso il suo nome storico.

Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала