Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

I droni sono i nuovi strumenti della propaganda russa

© AP Photo / David TulisDrone
Drone - Sputnik Italia
Seguici su
Il nuovo strumento di propaganda della Russia sono i droni. Lo ha scritto l’esperto di sicurezza Adam Saxton, collaboratore del centro di ricerche strategiche e internazionali, in un articolo sul National Interest.

Immediatamente dopo la liberazione di Palmira i canali televisivi statali russi hanno mandato in onda il video in alta definizione, realizzato da un drone, che mostrava le rovine della città. Sin dall'inizio delle operazioni militari della Russia in Siria, i media russi hanno regolarmente pubblicato immagini professionali e da una prospettiva simile a quella di un video gioco.

I droni danno maggiori possibilità di registrare ciò che sta avvenendo nella zona del conflitto, di quanto possano darne le apparecchiature ordinarie. Tuttavia l'unica conclusione è che "la Russia ha utilizzato i droni solo come strumento di propaganda".

L'esperto ha accusato la Russia della manipolazione dei fatti relativi al conflitto siriano, senza però presentare nessuna prova a sostegno di questa tesi, citando soltanto una ricerca di alcuni "gruppi privati", come, per esempio, Bellingcat. La loro pubblicazione è stata più volte criticata e smentita dal ministero della Difesa russo. Saxton crede che la manipolazione della informazioni da parte della Russia miri a creare "sentimenti anti-occidentali" nell'opinione pubblica. Tutto ciò che vogliono i media russi è ottenere quanta più audience possibile, e non presentare i fatti obiettivamente.

Saxton sostiene pure che le notizie dei media russi, in particolar modo RT, "attirano l'attenzione degli spettatori e controbattono attivamente la versione dell'Occidente". Evidentemente la causa principale del malcontento di Saxton è quella Mosca ha superato nella media tecnologia i paesi occidentali, in quanto egli scrive: "I media occidentali e gli USA non si mischiano nell'apprendimento dell'impiego di questa nuova tecnologia nella presentazione dei conflitti e nelle operazioni di informazione". L'esperto nota con sdegno che "i media russi non hanno il monopolio dei droni".

L'esperto esorta gli USA e i paesi dell'UE a utilizzare attivamente i droni per coprire gli eventi e fare "propaganda filo-europea". Egli osserva felicemente che alcune organizzazioni no-profit hanno utilizzato questa tecnologia per "smascherare" Mosca. Secondo Saxton, l'Ucraina ha già approfittato dei droni per "provare la presenza russa nel Donbass".

Tuttavia, Washington non dovrebbe rilassarsi: "gli Stati Uniti dovrebbero monitorare attentamente la Russia, che continua ad ampliare gli orizzonti di utilizzo di droni", riassume Saxton.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала