Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Crisi greca, Commissione Ue rivede al rialzo le stime di crescita del Paese

© AP Photo / Petros GiannakourisLa bandiera greca davanti alla borsa di Atene
La bandiera greca davanti alla borsa di Atene - Sputnik Italia
Seguici su
L’economia ellenica tornerà sotto il segno positivo solo nella seconda parte dell’anno. Le previsioni finanziare di primavera, pubblicate dall’organo di governo europeo, confermano piccoli passi in avanti del Partenone nel rispettare gli accordi con i creditori internazionali, ma il Pil rimane sempre di segno negativo (-3%) nel 2016.

FMI - Sputnik Italia
Salvataggio Grecia, Fmi vuole taglio del debito
La Grecia torna a crescere seppur a corrente alternata. È la fotografia scattata dalla Commissione Europea nel report sulle previsioni economiche di primavera nell'area Ue. Il Paese ellenico recupera qualche punto percentuale nella strada verso il risanamento dei conti ma la ripresa economica sembra ancora lontana. Secondo le nuove stime, il Pil greco tornerà ad aumentare nel 2016 con un calo dello 0,3 % a fronte dello 0,7, previsto in precedenza dalla Commissione. Il cambio di marcia, secondo la tabella Ue, dovrebbe però concretizzarsi solo nel 2017.

"La capacità di ripresa dell'economia, il consolidamento fiscale nella seconda metà del 2015 — si legge nel dossier della Commissione — ha portato a un avanzo primario del 0,7 per cento del Pil nel 2015".

Il programma di salvataggio va avanti — come certificato dalla stessa Commissione — soprattutto grazie ai tagli sulla spesa decisi dal Partenone per soddisfare il programma di aiuti, che arriverebbero da qui al 2018 sino al 3 per cento del Pil.

Dopa la firma, avvenuta la scorsa estate, dell'ultimo memorandum d'intesa, la Grecia si è impegnata ad raggiungere un avanzo primario dello 0,5 per cento del Pil nel 2016, dell'1,75 per cento nel 2017 e del 3,5 per cento nel 2018. Un obiettivo che appare ancora in chiaroscuro, se si considera che la voragine del debito pubblico continua ad espandersi — 178,8 per cento nel 2016- e la disoccupazione (23,6%) rimane a un livello di guardia altissimo.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала