Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Comandante USA riconosce correttezza manovre dei piloti russi: "non cercano incidenti"

© Sputnik . Igor Zarembo / Vai alla galleria fotograficaCaccia Su-24
Caccia Su-24 - Sputnik Italia
Seguici su
I piloti dell'Aviazione russa non cercano incidenti, ma solamente "mandano un segnale" della loro presenza ai militari americani, ritiene l'ammiraglio John Richardson, comandante della Marina USA.

"Non credo che i piloti russi cerchino di provocare un incidente. Ritengo che cerchino di mandare un segnale. Credo sia chiaro: vogliono farci sapere che ci vedono nel Mar Baltico," — ha affermato l'ammiraglio Richardson, le cui parole sono state riportate dall'agenzia "Associated Press".

Allo stesso tempo si auspica che "la fine di questo tipo di azioni." Secondo lui, potrebbe verificarsi un "errore tattico" a seguito delle manovre degli aerei russi, che potrebbe innescare un incidente. Allo stesso tempo gli Stati Uniti cercano di tenere calmi gli atteggiamenti dei militari. "Vogliamo una certa normalizzazione", — ha detto l'ammiraglio.

Nelle ultime settimane i militari USA si sono più di una volta lamentati per le azioni dei piloti russi vicino alle loro navi e aerei nelle acque internazionali del Mar Baltico. In particolare il portavoce del Pentagono aveva riferito il 29 aprile che un aereo RC-135 era stato intercettato da un caccia russo Su-27 nel Mar Baltico in "modo non sicuro e poco professionale." I militari USA hanno riferito che il caccia Su-27 ha effettuato una manovra acrobatica, un "tonneau a botte". Il portavoce del ministero della Difesa russo, il generale Igor Konashenkov, ha detto che tutti i voli degli aerei militari russi si svolgono in conformità con le regole di condotta internazionali sull'utilizzo dello spazio aereo.

Konashenkov ha inoltre aggiunto che "l'aereo da ricognizione RC-135U ogni tanti si avvicina al confine russo con il transponder spento. Pertanto alle forze aeree tocca far decollare un caccia per identificare il tipo di velivolo."

Secondo Konashenkov "in questa situazione l'Aviazione americana ha 2 soluzioni: o non volare vicino ai nostri confini, o accendere il transponder per l'identificazione automatica da parte del nostro radar per mezzo di un controllo oggettivo."

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала