Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

La NATO si prepara a inviare 4 mila soldati nella regione Baltica

© REUTERS / Francois LenoirIl segretario generale della NATO Jens Stoltenberg
Il segretario generale della NATO Jens Stoltenberg - Sputnik Italia
Seguici su
I paesi della NATO si preparano a dislocare quattro battaglioni di circa quattromila soldati nella regione Baltica nell’ambito dell’incremento della presenza dell’Alleanza nell’Europa orientale. Lo ha reso noto il Wall Street Journal, citando fonti militari in Europa e negli USA.

Secondo la pubblicazione, gli USA potrebbero inviare nei Paesi Baltici due battaglioni; Germania e Gran Bretagna potrebbero contribuire con un battaglione a testa.

Il vice segretario della Difesa USA Robert Wark, in un'intervista con il WSJ, ha confermato che gli alleati occidentali dell'Alleanza contribuiranno dislocando nei regione Baltica lo stesso numero di soldati. Secondo Wark, l'incremento della presenza militare della NATO è legata all'accrescimento dell'attività della Russia in quella regione.

A febbraio il segretario generale dell'organizzazione, Jens Stoltenberg, ha dichiarato che i ministri della Difesa di 28 stati membri della NATO hanno approvato, nel corso della riunione di Bruxelles, la mozione di incremento della presenza militare dell'Alleanza nell'Est Europa, nel Mar Mediterraneo Orientale e nel Mar Nero. Stoltenberg ha anche spiegato che le decisioni concrete relative alla questione saranno prese nel corso del summit di Varsavia di giugno.

Per il segretario generale della NATO l'aumento della presenza militare sarà attuata a rotazione e ricorrendo alle necessarie infrastrutture logistiche.

Gli USA hanno stabilito nel piano di incremento delle sue forze in Europa la rotazione dei mezzi pesanti e delle unità motorizzate. In passato il Daily Telegraph aveva fatto sapere che nell'ambito di questo piano battaglioni di soldati americani, britannici e tedeschi sarebbero potuti essere inviati in Estonia, Lettonia, Lituania, Polonia, Romania e Bulgaria.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала