Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Turchia, manifestazioni contro riforma costituzionale

Seguici su
Diversi manifestazioni di protesta in tutta la Turchia dopo le parole del presidente del parlamento di Ankara, che aveva invocato una costituzione islamica. Davutolgu: rimarrà principio di laicità dello Stato.

"Nella nuova Costituzione che stiamo preparando, il principio della laicità figurerà per garantire la libertà di fede e assicurare che lo Stato sia a un'equa distanza da tutte le confessioni".

Così Ahmet Davutoglu questa mattina, nel tentativo di gettare acqua sul fuoco, dopo le manifestazioni di ieri nelle principali città del Paese. Il primo ministro turco ha cercato così di smorzare le contestazioni esplose dopo le dichiarazioni del parlamento di Ankara, Ismail Kahraman, a proposito del progetto di profonda riforma costituzionale che il partito del presidente Erdogan, di cui Kahraman fa parte, è intenzionato a portare avanti.

"Siamo un Paese musulmano. E per questo dobbiamo avere una Costituzione religiosa".

Così aveva parlato Kahraman, prima che a Istanbul, Ankara, Smirne ed altre città della Turchia esplodesse la rabbia di chi teme che sia in atto un processo di islamizzazione del Paese e che chiede che non venga violato il principio di laicità dello Stato. Diversi gli arresti da parte della polizia turca, che si è scontrata con gruppi di manifestanti a Smirne e a Istanbul ed ha disperso un raduno pacifico di protesta davanti al parlamento di Ankara.

Anche il presidente Erdogan ha preso le distanze dalle dichiarazioni di Kahraman.

"La mia visione su questo è la seguente — ha detto da Zagabria dove si trova in visita ufficiale — la realtà è che lo Stato dovrebbe avere una uguale distanza da tutte le fedi religiose. Questo è il laicismo". 

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала