Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Guerra in Libia, miliziani di Misurata marciano verso Sirte per attaccare roccaforte Daesh

© AFP 2021 / ABDULLAH DOMADaesh in Libia
Daesh in Libia - Sputnik Italia
Seguici su
Una colonna di circa settanta mezzi è stata vista muovere dal cittadina posizionata a metà strada tra la Capitale Tripoli e Sirte. L'obiettivo del raid, secondo quanto si apprende da fonti locale riprese dal circuito internazionale, sarebbe la zona di Jafra (nell'area meridionale del centro controllato dagli islamisti).

Scardinare la presenza dello Stato islamico andando a posizionare una prima testa di ponte in quel che fino ad oggi è stato considerato uno dei capisaldi di Daesh in Libia. Questo, in estrema sintesi, è l'obiettivo dell'azione militare promossa dalle truppe controllate da Tripoli.

L'operazione di queste ore rappresenta, secondo i bene informati, la logica conseguenza degli allarmi lanciati nelle scorse ore dal governo di al-Sarraj e relativi al pericolo che le milizie islamiste di Daesh possano conquistare i pozzi petroliferi libici. Pochi giorni fa lo stesso Consiglio presidenziale nazionale aveva lanciato l'sos in merito alla possibilità che le milizie di al-Baghdadi potessero attaccare le strutture energetiche del paese. A difendere le posizioni più rilevanti dal punto di vista logistico ci sono gli uomini fedeli a Ibrahim Jadhran — egli stesso rimasto ferito in seguito a un attacco mosso dai miliziani di Daesh contro una struttura petrolifera localizzata nella cittadina di Brega, nella parte centrale del paese —, che ha annunciato dopo un lungo periodo di silenzio la propria disponibilità a collaborare con il neo governo di Tripoli fortemente voluto dalle Nazioni unite.

Nella nota diffusa dal Consiglio presidenziale libico, si evidenzia come gli assalti delle ultime ore siano stati orditi, con tutta probabilità, dalle milizie vicine all'ex dittatore Gheddafi e da gruppi terroristici quali Adl Wal Musawah (Giustizia e uguaglianza), con l'obiettivo di impossessarsi dei terminal petroliferi per tenere il paese in pugno e rinsaldare le posizioni dello stato islamico in Libia.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала